29 Settembre 2019

Agrigento, tre sbarchi a Lampedusa: 80 migranti arrivano autonomamente sull’Isola

La situazione migranti a Lampedusa non sembra raggiungere mai un momento di ‘tregua’. Infatti, si sono verificati altri tre piccoli sbarchi per un totale di 80 nuovi ‘ospiti’ per l’hotspot dell’Isola.

Asec Trade S.r.l.

Tre sbarchi a Lampedusa

Complessivamente, sono 80 i migranti che sono arrivati autonomamente a Lampedusa. In particolare, ieri sera, 28 settembre, la Guardia di Finanza coadiuvata con la Capitaneria di Porto, ha individuato due piccole imbarcazioni, con 25 persone a bordo ciascuna. Una volta approdati sull’Isola, i migranti sono stati trasferiti nell’hot spot dell’Isola.

Il terzo sbarco, invece, si è verificato stamattina proprio in occasione della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato. Infatti, sono arrivati con un barchino altri 30 tunisini, bloccati a Cala Palme. Anche loro, allo stato attuale, si trovano all’hotspot di Lampedusa, dove vi sono circa 100 migranti, numero superiore alla capienza massima della struttura.

Continua dopo la foto

Migranti: in 10 su barchino approdano in porto a Lampedusa

Fonte Foto: lasiciliaweb.it
Mentre la Sea Watch è ancora ferma davanti alla costa di Lampedusa, all’alba di stamane sono approdati direttamente in porto altri dieci migranti, presumibilmente tunisini, con un barchino. A bordo della piccola barca anche una donna e un minorenne. I dieci sono arrivati al molo della madonnina, sotto gli uffici della capitaneria di porto, 27 giugno 2019. ANSA/ELIO DESIDERIO

Intensificati i controlli sull’isola

Un fenomeno, quindi, che non sembra affatto arrestarsi quello degli sbarchi autonomi. Infatti, continuano ad approdare a Lampedusa senza sosta e si cerca un modo per tentare di gestire al meglio il tutto. Le piccole barchine, come quelle in questione degli ultimi tre sbarchi, nello specifico, sembrano essere messe in mare, a poche miglia dalla costa, da pescherecci o navi madre. Proprio per questo motivo, sono aumentati i controlli che si concentrano soprattutto sulle grandi imbarcazioni che si trovano nei pressi delle coste di Lampedusa.

Inoltre, giorno 27 settembre, lo stesso Luigi di Maio, Ministro degli Esteri, su Facebook, al rientro dell’Assemblea Generale dell’Onu, ha comunicato: “Per quanto riguarda lo stop alle partenze dei migranti dai Paesi di origine, stiamo ragionando su nuove soluzioni e presto sarò in grado di darvi delle novità importanti“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione