27 Settembre 2019

Catania, furto di cavi di rame Enel: arrestati tre catanesi

La cronaca locale ci riporta la notizia di un furto di cavi di rame Enel. I Carabinieri hanno arrestato tre catanesi a Giarre, luogo prescelto per realizzare il reato in questione in concorso.

Furto di cavi di rame Enel

Due pregiudicati, Salvatore Trovato, di 19 anni, Valerio Bisentini, 29 anni, e un altro catanese di 22 anni incensurato sono finiti in manette in flagranza di reato con l’accusa di furto aggravato di cavi di rame di proprietà Enel.

Sono stati scoperti di Carabinieri mentre sottraevano, in pieno giorno, alcuni metri di cavo in Via Michele Federico Sciacca, a Giarre, in provincia di Catania. Già erano riusciti ad accaparrarsi oltre 1 km di cavo di rame. Lo scopo era proprio quello di ricavare ‘l’oro rosso’ da rivendere in un secondo momento al mercato nero.

Continua dopo la foto

furto cavi

Fonte Foto: lasicilia.it

Arresti domiciliari

I tre avevano già tagliato in più parti i cavi di rame e stavano caricando il bottino in auto quando i Carabinieri li hanno bloccati e hanno circondato tutta la zona per evitare che si dessero alla fuga. Una volta tradotti in caserma, il Giudice ha disposto per i tre soggetti gli arresti domiciliari.

Allo stato attuale, si attende l’esito del rito direttissimo presso il Tribunale di Catania in programma per oggi 27 settembre. L’accusa, come spiegato ad inizio articolo, è proprio quella di furto aggravato in concorso.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione