22 Agosto 2019

Catania, metropolitana di Cibali apertura: “Lavori completati entro fine anno”

Nuovi sviluppi per quanto riguarda l’apertura della fermata della metropolitana di Cibali. Dalla direzione generale della Ferrovia Circumetnea assicurano: “I lavori saranno completati entro fine anno“. Siamo quindi agli sgoccioli prima di arrivare a questo ulteriore step.

Asec Trade S.r.l.

Metropolitana di Cibali apertura

Ci siamo quasi: i lavori per la fermata della metropolitana di Cibali saranno presto ultimati. Negli ultimi tempi, sono sorti diversi problemi e pertanto non si è potuto compiere quel passo in più verso l’apertura definitiva della fermata suddetta. Adesso, invece, sembra che il giorno si stia avvicinando.

Salvatore Fiore, direttore generale della Ferrovia Circumetnea, secondo quanto riferito a NewSicilia, ha spiegato: “Abbiamo già avuto una serie di incontri nonostante il periodo estivo, già stanno iniziando a lavorare secondo cronoprogramma in modo tale da poter completare questa frazione importantissima entro fine anno sia per il quartiere ma anche per lo stadio Massimino“.

Continua dopo la foto

metro fermata cibali

Fonte Foto: lasicilia.it

“Tutte le criticità sono state risolte”

L’unico vero problema per l’apertura era legato all’impresa che doveva svolgere i lavori. Infatti, Marco Falcone, assessore regionale alle Infrastrutture, ha raccontato a NewSicilia: “C’era stato qualche problema con l’impresa. Noi come Regione abbiamo soltanto una funzione di finanziatore oltre a quella di controllo. La ditta è la Tecnis, alla quale sono subentrati dei fornitori. Lì c’è stato un problema, quando la Tecnis entrò in sofferenza tutte le imprese come fornitori e subappaltatori hanno dovuto subìre una certa falcidia per quanto riguarda i pagamenti e i loro crediti“.

Salvatore Fiore aggiunge: “A oggi tutte le criticità che c’erano sembrerebbero state risolte. La stazione non aveva problemi, questi erano legati solo all’impresa. Non ci sono mai state altre criticità“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione