19 Agosto 2019

Sindaco di Ustica indagato per inquinamento ambientale: “cattivo funzionamento del depuratore”

Salvatore Militello, sindaco di Ustica, in provincia di Palermo, è indagato per inquinamento ambientale per il cattivo funzionamento dell’impianto di depurazione. Il suo predecessore aveva ricevuto la stessa accusa, prima dell’assoluzione per non aver commesso il fatto.

Sindaco di Ustica indagato per inquinamento ambientale

Il 16 agosto la Capitaneria di Porto ha notificato al sindaco di Ustica, Salvatore Militello, un provvedimento dove si dice che il primo cittadino è indagato per inquinamento ambientale. Dopo l’analisi attenta e il prelievo di alcuni campioni d’acqua, la Guardia costiera ha deciso in tal senso.

Il sindaco, secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia, spiega: “Sono il sindaco che dopo sei anni ha consegnato i lavori per mettere in funzione il depuratore che sull’isola sappiamo tutti che è guasto. Ad aprile ho scritto a tutti, alla procura, alla corte dei conti, alla regione per segnalare la situazione. Ho anche bloccato un decreto assessoriale che mi chiedeva di bypassare l’impianto di depurazione. Adesso ricevo un verbale di persona sottoposta ad indagini“.

Continua dopo la foto

guardia costiera

Fonte Foto: ilfattoquotidiano.it

I precedenti: assolto l’ex sindaco

Protagonista della stessa vicenda anche l’ex sindaco di Ustica, Attilio Licciardi, che, indagato in un primo momento lo scorso giugno, è stato poi assolto per non aver commesso il reato ambientale. Il depuratore, sequestrato in principio, poi in quell’occasione è stato riparato.

Il tutto perché alcuni tecnici avevano chiesto un intervento immediato all’impianto di depurazione, che aveva alcuni problemi. Insieme all’ex sindaco, assolti anche Giuseppe Riccio, ex dirigente dell’ufficio tecnico, e Claudio Gucciardi, ex responsabile del ciclo dell’acqua.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione