12 Agosto 2019

Messina, gang catanese contro un diciannovenne: picchiato e aggredito di notte

Messina, gang catanese contro un diciannovenne: picchiato e aggredito di notte

La cronaca locale ci riporta la notizia dell’ennesima violenza di gruppo consumata ai danni di un giovane. Proprio a Santa Teresa di Riva, in provincia di Messina, una gang catanese si è scagliata contro un diciannovenne aggredendolo e picchiandolo di notte.

Gang catanese contro un diciannovenne

Una lite tra ragazzi che si stava per tramutare in tragedia. Probabilmente per futili motivi, a Santa Teresa di Riva, proprio la notte tra il 10 e l’11 agosto una gang catanese che si trovava nella nota località di mare in provincia di Messina, ha letteralmente aggredito e picchiato violentemente un ragazzo di soli 19 anni.

A seguito della rissa, la vittima è stata trasportata al Policlinico di Messina per ricevere l’opportuna assistenza medica. Nel frattempo, i Carabinieri di Taormina si stanno occupando del caso per portare alla luce altri dettagli rilevanti per lo sviluppo della vicenda.

Continua dopo la foto

santa teresa di riva surfista

Fonte Foto: messinatoday.it

Salvataggio in mare a Santa Teresa di Riva

Sempre da Santa Teresa di Riva proviene un’altra notizia di cronaca. Nel primo pomeriggio di domenica 11 agosto, quasi di fronte al Lido Odissea un ragazzo veronese, dopo aver noleggiato una tavola da surf, è andato eccessivamente in mare aperto e ha quasi rischiato di annegare.

Il ragazzo ha combattuto contro il forte vento ma, alla fine, non è riuscito a domare le onde e si è lasciato andare appoggiandosi sulla tavola. I bagnanti della zona hanno chiesto aiuto e, tempestivamente, Umberto Moschella, bagnino di 17 anni alla sua prima esperienza, tramite una zattera di salvataggio è riuscito a riportare a riva il surfista veronese sano e salvo. Al rientro, ad accoglierli, un caloroso applauso dei bagnanti che si trovavano in quel posto e che erano visibilmente preoccupati.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione