31 Luglio 2019

Catania, la risposta del Comune dopo il sit-in dei lavoratori Amt in Piazza Duomo

Dopo il sit-in dei lavoratori Amt in Piazza Duomo sembrano essersi compiuti dei passi avanti. La risposta del Comune è positiva e, con tutta probabilità, la crisi rimarrà un ricordo lontano. Servono, però, ulteriori certezze.

Il sit-in di lunedì 29 luglio

Lunedì 29 luglio si è svolto dalle 9 alle 11 un sit-in dei lavoratori Amt in Piazza Duomo in segno di protesta. A promuoverlo sono state le sigle sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uil trasporti e Ugl trasporti autoferrotranvieri e quello che si chiedeva era un rinnovo del contratto di servizio, i pagamenti delle quattordicesime e degli stipendi arretrati.

Asec Trade S.r.l.

Franco Di Guardo, segretario provinciale Tpl Uil trasporti, ha aggiunto a tal proposito: “Durante il sit-in di lunedì abbiamo fatto capire come siamo preoccupati perché non sappiamo che lavoro ci verrà assegnato, quanti chilometri avremo, quanti autobus dovremo mettere e quanto personale alla guida. I lavoratori stanno impazzendo anche perché oggi i diritti li vogliono tutti“.

Continua dopo la foto

La risposta del Comune al sit-in

Il Comune, dopo la protesta, si è riunito per discutere sulla situazione e tentare di trovare una soluzione marcatamente positiva, atta a scongiurare quasi definitivamente la crisi. Le risposte che sono arrivate, dunque, fanno sperare bene.

Il sindaco Salvo Pogliese ha annunciato: “Il contratto di servizio della Amt è stato prorogato al 30 settembre.e verrà mantenuta la soglia il livello di sette milioni e duecentomila chilometri di percorrenza.delle tratte, di modo da mantenere invariato anche il contributo regionale e non incidere negativamente sull’efficienza del servizio“.

Anche il presidente Amt Giacomo Bellavia ha dato delle risposte abbastanza esaustive e positive. Ha dichiarato: “Avremo il tempo di preparare le basi per il nuovo contratto e pensare.alla strategia di rilancio dell’azienda e soprattutto dei servizi nell’ottica dell’efficienza e dell’economicità“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione