26 Luglio 2019

Roma, carabiniere accoltellato e ucciso mentre era in servizio: fermati due americani

La cronaca nazionale ci riporta la notizia di un carabiniere che è stato accoltellato e ucciso mentre era in servizio a Roma centro. Subito, è iniziata la caccia agli uomini, presunti autori dell’omicidio.

+++ AGGIORNAMENTO +++

Asec Trade S.r.l.

Fermati due americani

Continuano senza sosta le indagini sull’omicidio che ha visto coinvolto un carabiniere in servizio a Roma che è stato accoltellato e ucciso mentre tentava di fermare due ladri accusati di furto ed estorsione. Nel corso delle ultime ore sono state fermate quattro persone, tre di origine marocchina e uno di origine algerina. Allo stato attuale, si trovano al comando di Roma a disposizione delle autorità.

Poi l’attenzione si è concentrata su due cittadini americani,presunti responsabili dell’uccisione, che sono stati fermati e sono pronti per essere interrogati dai magistrati. Si sospetta, infatti, che questi soggetti avessero avuto un ruolo rilevante nell’omicidio del carabiniere dato che sono stati intercettati all’Hotel Meridien in Via Federico Cesi, vicino al luogo in cui si è consumata la tragedia.

Carabiniere accoltellato e ucciso

Mentre svolgeva il suo regolare servizio, il Vice Brigadiere Mario Cerciello Rega di 35 anni è stato accoltellato e ucciso. Si trovava in compagnia di un collega che è rimasto ferito, ma non versa in gravi condizioni. Il tragico episodio è avvenuto in Via Pietro Cossa, vicino Piazza Cavour nel quartiere Prati di Roma.

A sferrare otto colpi rivelatisi poi mortali, secondo i primi accertamenti sul caso, pare essere stato un uomo che era stato fermato dal carabiniere insieme ad un altro con l’accusa di furto ed estorsione. I due, però, sono riusciti a scappare mentre per il Vice Brigadiere non c’è stato nulla da fare, nonostante il trasporto tempestivo in ospedale. Si cercano, pertanto, i due presunti responsabili: sono alti circa 1 metro e 80, corporatura normale, uno indossava una felpa nera e l’altro viola.

Continua dopo la foto

omicidio carabiniere

Fonte Foto: quotidiano.net – Luogo del delitto

Il racconto del collega

Andrea Varriale, collega del Vice Brigadiere accoltellato e ucciso che si trovava nel luogo del delitto, era riuscito a bloccare uno dei due soggetti responsabili del furto ma, nel momento in cui ha sentito l’altro carabiniere urlare, ha lasciato la presa per tentare di soccorrerlo.

A tal proposito, secondo quanto riportato su Quotidiano.net, Andrea Varriale ha raccontato: “Quando ho sentito Mario urlare, ho lasciato il ladro e ho provato a salvarlo. Perdeva molto sangue“.

Sono momenti strazianti soprattutto per la moglie Rosa Maria, la madre Silvia e la sorella Lucia che non si capacitano ancora dell’accaduto. La moglie, in lacrime: “Me lo hanno ammazzato” e un amico del carabiniere aggiunge: “Lei viveva per lui, è una tragedia“.

Il messaggio di cordoglio dell’Arma dei Carabinieri

Su Facebook, l’Arma dei Carabinieri dedica un lungo post al Vice Brigadiere accoltellato e ucciso mentre era in servizio. Si può leggere: “Nella sua nuda essenza anche la tragedia più grande è fatta di numeri: il Vice Brigadiere Mario Cerciello Rega aveva 35 anni, era sposato da 43 giorni e 13 ne erano passati dal suo ultimo compleanno“.

E ancora: “È morto stanotte a Roma per 8 coltellate, inferte per i 100 euro che i 2 autori di 1 furto pretendevano in cambio della restituzione di 1 borsello rubato. In gergo si chiama ‘cavallo di ritorno’. Ma quei numeri non sono freddi: sono il conto di un’esistenza consacrata agli altri e al dovere, di una dedizione incondizionata e coraggiosa, di un amore pieno di speranze e di promesse. E la tragedia reca la cifra più alta: l’infinito“.

Infine: “Il più vivo dolore per una mancanza che affligge 110 mila Carabinieri. Il più vivo cordoglio ai Suoi cari, che stringiamo in un immenso, unico abbraccio“.

Continua dopo la foto

Cerciello Rega Mario FACEBOOK

Fonte Foto: ansa.it
In foto, il carabiniere Cerciello Rega Mario

“È un momento di grande dolore per lo Stato”

Matteo Salvini sui suoi profili social scrive a tal proposito: “Caccia all’uomo a Roma, per fermare il b******o che stanotte ha ucciso un carabiniere a coltellate. Sono sicuro che lo prenderanno e che pagherà fino in fondo la sua violenza: lavori forzati in carcere finché campa“.

Dello stesso avviso anche Luigi Di Maio che aggiunge: “Il mio abbraccio alla famiglia del militare e a tutta l’Arma. È un momento di grande dolore per lo Stato“.

Sul profilo Twitter del Ministero della Difesa, Elisabetta Trenta comunica così la notizia: “Stanotte il Vice Brigadiere Mario Cerciello Rega è stato accoltellato mentre era in servizio. Stringo in un forte abbraccio sua moglie, la sua famiglia e i suoi cari. Sono vicina all’Arma dei Carabinieri e a tutti agli uomini e le donne che quotidianamente mettono a rischio la loro vita per garantire la nostra sicurezza. Chiedo tolleranza zero per i delinquenti autori del vile atto!“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione