14 Giugno 2019

Comitato “Terranostra” sul rischio incendi tra il viale Rapisardi e il quartiere di Cibali a Catania

Comitato “Terranostra” sul rischio incendi tra il viale Rapisardi e il quartiere di Cibali a Catania

Un’ampia area posta nel cuore della città e all’interno del “quadrilatero” formato da via Cantore, via dei Piccioni, via Sabato Martelli Castaldi e viale Rapisardi che rischia di prendere fuoco in qualsiasi momento mettendo in serio pericolo l’incolumità di migliaia di abitanti delle case circostanti.

Asec Trade S.r.l.

Catania, rischio incendi

Ettari ed ettari di terreno che il comitato spontaneo “Terranostra”, attraverso il suo componente Carmelo Sofia, chiede di mettere insicurezza con un’opera di cura del verde, l’eliminazione delle sterpaglie e la creazione di fasce tagliafuoco.

Modalità e tempistiche adatte per attivare un piano di prevenzione adeguato in un sito che già in passato fu colpito da un rogo di vaste proporzioni con i residenti costretti ad evacuare le proprie  abitazioni. Oggi, complice la cronica carenza di personale e mezzi dei vigili del fuoco, bisogna correre da una parte all’altra della città per portare a termine interventi di messa in sicurezza per interi rioni.

continua dopo la foto

Le richieste del comitato “Terranostra”

In alcuni casi i cittadini hanno avviato una raccolta firme per chiedere la potatura del verde all’interno di molti quartieri. Per queste ragioni, il comitato “Terranostra”chiede al sindaco Pogliese quelle risposte concrete che purtroppo sono mancate in passato.

Il comitato Terranostra propone “una cabina di regia che, composta dalle istituzionipolitiche e dall’associazionismo, possa assicurare la composizione di squadre di volontari che, monitorando l’area tra il viale Rapisardi e la zona sud-ovest del quartiere di Cibali, possano segnalare in tempo il nascere degli incendi e, allo spesso tempo, individuare i siti dove occorra una urgente opera preventiva. Una soluzione efficace per ridurre il pericolo roghi già dalla secondametà del mese giugno e nel resto del periodo estivo“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione