05 Giugno 2019

Cadaveri trovati nel fiume Po, si tratta due ragazzi delle Bahamas

Continua l’attività investigativa attorno al ritrovamento nel fiume Po di cadaveri appartenenti appartenenti a due ragazzi delle Bahamas le cui morti sono avvolte nel mistero.

Torino, cadaveri trovati nel Po’

Il giallo a Torino è davvero avvolto nel mistero, tutto è cominciato con il ritrovamento del corpo di Ramsey Alrae Keiron, avvenuto il 31 marzo 2019, nelle acque del fiume Po. Il cadavere del ragazzo si trovava in acqua da circa due giorni e, al momento del ritrovamento, indossava un pantalone e una polo scuri.

Asec Trade S.r.l.

La giovane vittima era delle Bahamas si trovava in Europa per motivi diplomatici, come rende noto Il Resto del Carlino, ed era in possesso di un permesso di soggiorno rilasciato dall’Austria, dato che a Vienna frequentava l’accademia dei diplomatica. Ramsey nel suo canale YouTube in un video dichiarava: “Lavoro per il ministero degli Affari Esteri delle Bahamas, continuo la mia formazione nelle relazioni internazionali all’accademia di Vienna. Studio il francese perché mi dà la possibilità di approfondire e di intrattenere relazioni con i paesi francofoni“.

cadavere nel po

Cadaveri trovati nel fiume Po

All’epoca dei fatti Ramsey Alrae Keiron era stato trovato da alcuni sportivi, i quali avevano avvistato il corpo, che potrebbe esser stato ucciso con un colpo alla testa come ha fatto pensare la ferita che riportava sul cranio. Il 5 giugno del 2019 è stato trovato un altro cadavere nel Po e si tratta di Blair Rashad Randy John, ragazzo di 28 laureato alla St. Augustines College in New Providence, amico di Ramsey e anche lui delle Bahamas.

Al momento non è ben chiaro cosa sia successo ai due amici né tanto meno perché i loro cadaveri siano stati gettati nel fiume. Gli inquirenti stanno cercando di capire quale sia il collegamento tra le due morti.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione