06 Maggio 2019

Papa Francesco Viaggio Apostolico in Bulgaria: “Non chiudete il cuore e le porte ai migranti”

In occasione del suo ventinovesimo Viaggio Apostolico, Papa Francesco si reca in Bulgaria come prima tappa e, successivamente, andrà a Skopje nella Macedonia del Nord. Durante la sua omelia, il Pontefice ha detto la sua sul tema dell’emigrazione, dando, ai presenti e ai fedeli del mondo, delle dritte che toccano il cuore di tutti.

Asec Trade S.r.l.

Papa Francesco Viaggio Apostolico in Bulgaria

Nel discorso alle autorità e alle società civili bulgare nella Piazza Atanas Burov a Sofia, il Pontefice ha detto: “Un cordiale saluto ai cristiani delle altre Comunità ecclesiali, ai membri della Comunità ebraica e ai fedeli dell’Islam. Riaffermo con voi la forte convinzione che i veri insegnamenti delle religioni invitano a restare ancorati ai valori della pace; a sostenere i valori della reciproca conoscenza, della fratellanza umana e della convivenza comune“.

Papa Francesco ha evidenziato la necessità di respingere le violenze con la fede: “Ogni religione, chiamata a promuovere armonia e concordia, aiuti la crescita di una cultura e di un ambiente permeati dal pieno rispetto per la persona umana e la sua dignità, instaurando vitali collegamenti fra civiltà, sensibilità e tradizioni diverse e rifiutando ogni violenza e coercizione. In tal modo si sconfiggeranno coloro che cercano con ogni mezzo di manipolarla e strumentalizzarla“.

“Non chiudete il cuore e la mano a chi bussa alle vostre porte”

In particolare, il Sommo Pontefice si è concentrato nel far riflettere i fedeli, presenti e non, sul tema molto delicato dell’emigrazione. A tal proposito, ha affermato: “A voi che conoscete il dramma dell’emigrazione, mi permetto di suggerire di non chiudere gli occhi, non chiudere il cuore e non chiudere la mano – come è nella vostra tradizione – a chi bussa alle vostre porte“.

Poi specifica meglio: “La Bulgaria si trova ad affrontare le conseguenze dell’emigrazione, avvenuta negli ultimi decenni, di più di due milioni di suoi concittadini alla ricerca di nuove opportunità di lavoro. Nel medesimo tempo deve fare i conti con quello che può essere considerato come un nuovo inverno: quello demografico“. Si riferisce anche al “fenomeno di coloro che cercano di fare ingresso all’interno dei suoi confini, per sfuggire a guerre e conflitti o alla miseria“.

Continua dopo la foto

Papa Francesco

Il Papa si rivolge al Presidente Radev

Papa Bergoglio ha molto a cuore i giovani di tutto il mondo e più volte li ha incoraggiati a rendere il mondo un posto migliore. In occasione del Viaggio Apostolico in Bulgaria, il Pontefice si rivolge al presidente Radev: “Vorrei incoraggiarvi a compiere ogni sforzo per promuovere.condizioni favorevoli affinché i giovani possano investire le loro fresche energie e programmare il loro futuro personale e familiare, trovando in patria condizioni che permettano una vita degna“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione