11 Aprile 2019

Catania, attività di controllo e contrasto alla contraffazione della Polizia Annonaria nel centro storico

La cronaca locale ci consegna una notizia che riguarda un’attività di controllo e contrasto alla contraffazione svolta dalla Polizia Annonaria proprio nel centro storico di Catania. Il tutto mirato a contrastare il fenomeno, diminuendone quanto più possibile la portata.

Asec Trade S.r.l.

Attività di controllo e contrasto alla contraffazione

Il reparto annona della Polizia Municipale ha svolto un’attività di controllo e contrasto alla contraffazione molto minuziosa presso il centro storico di Catania, spesso contrassegnato dalla presenza di venditori di merci contraffatte e dall’abusivismo.

La Polizia ha effettuato, pertanto, verbalizzazioni ai posteggiatori abusivi, sequestri di merce e verifiche di concessione del suolo.

Gli accertamenti della Polizia

Il sindaco di Catania Salvo Pogliese e l’assessore alla Polizia Locale Alessandro Porto hanno dato il via ai controlli, fortemente voluti proprio da loro per rendere la città quanto più vivibile. Tutte le operazioni si sono svolte sotto le direttive del comandante Stefano Sorbino e del responsabile del reparto Francesco Caccamo.

Le pattuglie dell’Annona si sono mosse per gli accertamenti per le vie del centro storico di Catania e, in particolare, si sono concentrate presso il Corso Sicilia, dove sono stati verbalizzati, per mancanza di concessione di suolo pubblico o per ampliamento, nove esercizi commerciali che somministrano alimenti e bevande. Sempre nella zona del centro storico sono stati verbalizzati sette parcheggiatori abusivi.

Continua dopo la foto

venditori abusivi catania

Venditori abusivi e sequestro di merci

Un altro intervento, che ha impegnato ben 3 pattuglie annonarie sotto la direzione del responsabile del reparto e un furgone, ha riguardato dei venditori abusivi. Questi, all’arrivo delle pattuglie, si sono dati alla fuga tra la gente, impedendo di fatto qualsiasi tentativo di inseguimento da parte degli agenti per evitare il coinvolgimento di persone che transitavano ignare di quanto succedeva.

Sull’accaduto è stata formulata una notizia di reato all’autorità giudiziaria. La merce è stata, quindi, sequestrata. Si parla di circa un centinaio di articoli tra borse, cinture, portafogli di marchi noti contraffatti. Infine, in piazza Carlo Alberto, sette venditori che sporcavano il suolo pubblico hanno ricevuto una verbalizzazione.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione