02 Aprile 2019

Belen e Stefano De Martino rischiano fino a tre anni di carcere: cosa è successo?

Il mondo del gossip, in questi giorni, vede come protagonisti indiscussi Belen e Stefano De Martino ma, l’ultima news che li riguarda, questa volta, non riguarda un ritorno di fiamma, presumibilmente confermato da un bacio in discoteca, ma un problema di altra natura. I due, infatti, rischiano fino a tre anni di carcere, per una presunta aggressione avvenuta nel 2012. Ecco cosa è successo.

Asec Trade S.r.l.

La presunta aggressione

La neo-coppia, prima di uscire ufficialmente allo scoperto, deve fare i conti con un avvenimento tutt’altro che piacevole. Cosa è successo? Era agosto 2012 e Belen, Stefano De Martino, Cecilia Rodriguez e l’ex compagno Perez Blanco, si trovavano a bordo dello yacht a Palmarola sull’isola di Ponza a Latina. Due fotografi, Mattia Brandi e Stefano Meloni, intenti a paparazzare i quattro, sono stati invece vittime di una presunta aggressioneBelen e Stefano De Martino rischiano carcere

Secondo la denuncia, pare che De Martino e Blanco, avvicinatisi alla barca in cui viaggiavano i fotografi, si siano avvicinati e avrebbero sottratto la macchina fotografica, gettando in mare la scheda che conteneva le foto.

Belen e Stefano De Martino rischiano carcere?

La presunta aggressione si è verificata quando ancora Belen e Stefano De Martino si stavano iniziando a frequentare e non era nato ancora Santiago, né si erano sposati. Ora i due rischiano fino a tre anni di carcere, insieme alla sorella Cecilia e all’ex fidanzato Perez Blanco. Belen e Stefano De Martino rischiano carcere

Continua dopo la foto

Prima udienza il 13 maggio

I quattro sono stati rinviati a giudizio con l’accusa, in concorso, di “esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle persone e di lesioni non gravi“. I testi del processo saranno ascoltati il 13 maggio al Tribunale di Latina. Cosa dichiarerà la neo-coppia per difendersi dalle accuse?

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione