22 Marzo 2019

Domani 23 marzo cerimonia commemorazione vittime di Malga Bala

Sarà celebrata domani 23 marzo una cerimonia solenne per il 75° anniversario delle vittime di Malga Bala, dove 12 Carabinieri sono stati trucidati nel 1944.

Domani il 75° anniversario delle vittime di Malga Bala

Domani, 23 marzo 2019, a Tarvisio (UD), nel corso di una solenne cerimonia organizzata dall’Arma dei Carabinieri e dall’Amministrazione comunale ed alla presenza delle Autorità, il Comandante Generale dell’Arma, Gen. C.A. Giovanni NISTRI, – nel 75° dell’Anniversario – renderà onore ai 12 Carabinieri decorati di Medaglia d’Oro al Merito Civile, trucidati nel 1944 in località Malga Bala (oggi Slovenia), deponendo una corona d’allora all’interno del Tempio Ossario, dove sono custodite le spoglie di 7 dei 12 Caduti (le altre 5 sono state nel tempo traslate nei luoghi d’origine).

Asec Trade S.r.l.

L’antefatto

Era l’inverno 1943 quando, a causa della situazione di guerriglia in corso, fu costituito un distaccamento fisso di Carabinieri a protezione della centrale idroelettrica in località Valle di Bretto di Sotto che forniva energia all’intera vallata. Il distaccamento, costituito da 16 uomini comandati da un Sottufficiale ed accasermato in un fabbricato della centrale posto alla base della condotta forzata, iniziò il servizio il 28 gennaio 1944.

L’eccidio di Malga Bala

Dopo circa due mesi, la sera del 23 marzo, i 12 militari dell’Arma presenti all’interno del distaccamento venivano sopraffatti e catturati da partigiani slavi in agguato nelle vicinanze. La stessa notte, sotto strettissima vigilanza, gli undici Carabinieri ed il Vice Brigadiere  Comandante furono condotti alla chiusa di Plezzo e di lì, dopo ore di cammino, in Valle Bausizza, sino a giungere, uno o due giorni dopo secondo le fonti, in località Malga Bala (oggi Slovenia).Qui furono depredati dei loro averi e trucidati, dopo violenze disumane che sopportavano con stoica dignità di soldati.

Continua dopo le foto

L’allarme, le ricerche, il ritrovamento

Scattato l’allarme, ormai tardivo, le ricerche dettero esito positivo solo dopo diversi giorni allorquando, il 31 marzo, poco distante dalla Malga, una pattuglia di militari tedeschi rinvenne, parzialmente coperte dalla neve, le salme dei dodici sventurati. Raccolte e trasportate a fondo valle, il 2 aprile furono poi trasferite a Tarvisio. Il successivo 4 aprile, al termine di solenne cerimonia funebre, i resti dei dodici Carabinieri furono sepolti in località Mànolz di Tarvisio.

La costruzione del tempio ossario

Dal settembre 1957, grazie all’opera del “Comitato Onoranze ai Caduti nel Comune di Tarvisio”, che ha ultimato la costruzione del tempio ossario all’interno della torre medievale, alcuni riposano in esso, unitamente a 14 combattenti del XVII Settore delle Guardie alla Frontiera ed a 5 militari tarvisiani.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

Salvo Giuffrida

Salvo Giuffrida

Salvatore Giuffrida (OdG Sicilia N^ 171391). Classe 1970 giornalista (ex chimico). Il mio motto: “Seguire ma mai inseguire”.