21 Marzo 2019

Catania, aggredito giovane militante di destra. Pogliese: ” Ripudiare la violenza politica”

Erano circa le 8.00 del mattino quando un giovane militante di destra è stato aggredito davanti l’Istituto De Felice di Catania mentre faceva volantinaggio per la manifestazione a difesa del Tricolore.

Asec Trade S.r.l.

Giovane di destra aggredito

Un giovane studente del l’Istituto De Felice di Catania è stato aggredito davanti il plesso in piazza Roma intorno alle 8.00 di questa mattina. Appartenente al gruppo “Assalto Studentesco”, sigla giovanile collegata allo “SpazioLibero Cervantes, stava svolgendo un volantinaggio per la manifestazione a difesa del Tricolore. Questa si terrà proprio domani davanti l’Istituto De Felice. Una trentina di estremisti della sinistra e dei centri sociali lo hanno circondato aggredito. Calci pugni e addirittura colpi di casco che hanno causato al giovane studente dei traumi contusivi. Portato all’ospedale il personale medico ha riscontrato una frattura allo zigomo guaribile in 30 giorni.

Il commento del sindaco di Catania Pogliese

Il sindaco Salvo Pogliese esprime “profonda indignazione e amarezza” per il riesplodere della violenza politica, con la vile aggressione di un giovane militante di destra mentre svolgeva un volantinaggio, a opera di una trentina di  studenti, a quanto sembra riconducibili ai centri sociali di sinistra, avvenuto stamani nei pressi della Scuola De Felice di Catania.
Mi auguro – ha aggiunto il primo cittadino- che si tratti di un fatto isolato e che non si ripetano atti di questo tipo che rischiano innescare pericolosissime escalation. Chi ha ordito e messo in atto l’azione criminale si è assunto una grave  responsabilità e spero che gli inquirenti individuano i colpevoli di questo penoso episodio, tanto più grave perché avvenuto nei pressi di un istituto scolastico”. Il sindaco ha avuto riferito della prognosi di trenta giorni del ragazzo: ”Sono  fatti -ha detto il sindaco- che vanno condannati e ripudiati perchè alla violenza si deve sempre anteporre il rispettoso confronto delle idee e del dialogo; evidentemente qualcuno è rimasto fermo a metodi e sistemi di azione politica che
speravamo fossero stati per sempre cancellati

 

Il commento di Dario Moscato

Dario Moscato, responsabile Nazionale Organizzazione FI Giovani, ha definito il gesto come inaccettabile e surreale. L’accaduto “ci riporta indietro nel tempo fino agli anni di piombo. Questo giovane militante, stava facendo un volantinaggio perla manifestazione che si svolgerà domattina in Piazza Roma a difesadel Tricolore. Noi saremo presenti, rispondendo così con i fatti a provocazioni “simil mafiose” che non ci fanno indietreggiare diun metro davanti ai nostri obiettivi, i nostri valori ed i nostri sogni”.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione