07 Marzo 2019

Messina, volantinaggio Usb davanti al Policlinico Gaetano Martino

Messina, volantinaggio Usb davanti al Policlinico Gaetano Martino

L’Usb oggi organizza un volantinaggio di sensibilizzazione davanti al Policlinico Gaetano Martino di Messina. “Basta con il saccheggio della sanità pubblica”.

Asec Trade S.r.l.

Sanità Day davanti al Gartano Martino

L’USB sanità ha organizza il SANITÀ DAY, come spiegano dal sindacato “per sensibilizzare i cittadini ed i lavoratori che in questi anni  hanno subito  lo smantellamento della Sanità Pubblica della Sicilia, costretti  a rivolgersi ai privati, vedendosi allungare le liste d’attesa negli ospedali pubblici. Da anni l’attacco al Welfare attraverso leggi e manovre finanziarie, hanno avuto come obiettivo quello di giungere ad un modello sociale ed economico privo di tutele”.

Continua dopo la foto

“Basta con il saccheggio della sanità”

Da anni – continuano da Usb – non sono mancate da parte nostra puntuali rivendicazioni, nei confronti di chi ha gestito la sanità Siciliana. Tali notizie hanno riempito le pagine dei giornali cartacei e on line. Abbiamo assistito non impassibili al saccheggio della sanità pubblica a vantaggio dei loro interessi, mentre i lavoratori venivano duramente colpiti da tagli e licenziamenti. Come dal blocco dell’indennità dei festivi infrasettimanali o dalle mobilità aziendali senza regole. A pagare maggiormente pegno sono i cittadini che hanno sempre maggiore difficoltà ad accedere alle cure per motivi economici e sono altrettanti coloro che per curarsi, a causa di liste d’attesa interminabili, sono costretti a rivolgersi alla libera professione intra moenia”.

Continua dopo la foto

USB non ci sta’, da sempre chiede che il servizio sanitario regionale si riprenda tutti gli appalti ed i servizi esternalizzati, per ridare dignità a chi ci lavora e offrire garanzie di trasparenza agli utenti. Per un coordinamento Nazionale degli OSS, affinché  questi lavoratori trovino la loro reale collocazione nell’area contrattuale Socio Sanitaria.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione