06 Marzo 2019

Enrico Cordella funerali, proclamato il lutto cittadino ad Acireale

Enrico Cordella è finalmente tornato a casa e oggi verranno celebrati i suoi funerali. Il giovane è morto il 24 febbraio insieme alla fidanzata Margherita Quattrocchi e il loro amico Lorenzo D’Agata. Ancora un giorno di dolore per la città di Acireale che ha proclamato il lutto cittadino.

Asec Trade S.r.l.

Enrico Cordella funerali

Nel corso delle ultime settimane abbiamo avuto modo di seguire da vicino la triste vicenda dei tre ragazzi dispersi ad Acireale. Questi domenica 24 febbraio avevano deciso di incontrarsi per prendere un caffè insieme e, poco dopo, si sono recati nel porto di Santa Maria la Scala al fine di poter vedere la mareggiata. Ad un tratto un’onda anomala ha investito la loro auto trascinandola in mare. Ad assistere all’accaduto un testimone che ha allertato tutti i soccorsi che purtroppo non hanno potuto iniziare tempestivamente le ricerche a causa delle condizioni avverse del mare.

Continua dopo la foto

la famiglia di enrico cordella continua le ricerche

Per Enrico Cordella, la sua fidanzata Margherita Quattrocchi e il loro amico Lorenzo D’Agata non c’è stato scampo. I tre ragazzi purtroppo hanno perso la vita quella drammatica domenica. Il mare ha subito restituito i corpi di Margherita e Lorenzo, mentre Enrico è stato ritrovato solo lunedì 4 marzo e i suoi funerali verranno celebrati oggi 6 marzo alle ore 15:30.

Margherita Quattrocchi vestita da sposa il giorno dell’addio

Una delle notizie che ha colpito di più è stata quella relativa alla volontà della famiglia di Margherita Quattrocchi che ha deciso di vestire la figlia da sposa il giorno dell’addio. Tale decisione ha voluto un po’ simboleggiare un matrimonio extraterreno tra lei e Enrico Cordella, non a caso in alcuni messaggi su Facebook è possibile leggere: “Enrico dove sei? Margherita ti sta aspettando“. (Per approfondire la notizia Clicca Qui).

Continua dopo la foto

Margherita Quattrocchi

Margherita Quattrocchi

Enrico Cordella lunedì sera è stato finalmente trovato, grazie all’aiuto di alcuni sommozzatori brevettati. Il corpo di Enrico era incastrato tra i frangiflutti del porto di Santa Maria la Scala, a circa tre metri di profondità.

“Io ti vedevo così come un figlio”

Nel corso di queste ultime ore il fratello di Enrico Cordella, Salvatore, ha scritto un messaggio su Facebook che ha commosso il web: “Ciao fratellino so che a volte ti ho fatto arrabbiare perché ti trattavo come un figlio,ma lo facevo perché volevo proteggerti, purtroppo queste cose a volte possono essere fraintese perché tu ti sentivi adulto e ti lamentavi dicendomi non sono tuo figlio e forse avevi ragione, ma spero che tu capisca che io ti vedevo così come un figlio non come un fratello infatti per Lorenzo tu non eri uno zio ma un fratello ora non sei più qui con noi ma un giorno ci rincontreremo ne sono sicuro e giuro che non ti farò arrabbiare più ciao piccolo mio“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione