05 Marzo 2019

Reggio Calabria, sfruttavano stranieri nei lavori agricoli

Reggio Calabria, sfruttavano stranieri nei lavori agricoli

Un’operazione dei Carabinieri di Reggio Calabria ha colpito 5 persone che, secondo le accuse, sfruttavano degli stranieri in lavori agricoli.

Sfruttavano stranieri nei lavoro agricoli

La Procura della Repubblica di Palmi ha coordinato l’operazione dei Carabinieri di Reggio Calabria, che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 5 persone. Su di loro gravano le accuse  di intermediazioni illecita e sfruttamento del lavoro, violenza sessuale, estorsione e istigazione alla corruzione. I 5 soggetti, in pratica, sfruttavano dei lavoratori stranieri per dei lavori agricoli.

Asec Trade S.r.l.

Accertati anche due casi di violenza sessuale

In particolare le indagini svolte dagli inquirenti hanno accertato come le cinque persone, nel corso degli ultimi 2 anni, abbiano impiegato cittadini romeni e un maliano come braccianti in due aziende agricole dell’area pre-aspromontana, con paghe irrisorie (in media, meno di un euro per ora di lavora) e in totale e continuata violazione della normativa sul lavoro.

Durante le indagini svolte i militari hanno anche accertato due episodi di violenza sessuale nei riguardi di due braccianti di origini romene.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione