25 Febbraio 2019

Agguato a Basiglio, gravissime le condizioni di un imprenditore ferito alla testa

Non è ancora nota la natura dell’agguato a Basiglio fatto ai danni di un imprenditore, l’uomo è stato ferito alla testa e adesso versa in gravissime condizioni. A soccorrere l’uomo sono stati gli operai, secondo una prima attività investigativa sembra che l’agguato sia stato messo in atto da più di una persona.

Asec Trade S.r.l.

Agguato a Basiglio

Sono ancora in corso le indagini per l’agguato a Basiglio ai danni di un imprenditore di 64 anni. Secondo quanto reso noto l’uomo è stato ferito alla testa mentre si trovava a bordo di un furgone, di cui era proprietaria la moglie, davanti il suo cantiere.

Proprio qui l’ha aspettato il killer che ha poi sparato con l’intento di uccidere il sessantaquattrenne. L’uomo non a caso è stato gravemente ferito alla testa e al collo, attualmente si trova ricoverato in gravissime condizioni presso l’ospedale Humanitas, dove lotta fra la vita e la morte.

Si cerca l’arma del delitto…

L’agguato a Basiglio si è verificato stamattina intorno alle 7:30, quando il sessantaquattrenne a bordo del suo furgoncino era appena arrivato davanti il cancello d’ingresso del suo cantiere in via Cascina Vione. Al momento non è stato reso noto se mettere in atto l’agguato sia stato un solo killer o se si trattasse di più persone. A lanciare l’allarme di quanto accaduto sono stati gli operai che si trovano già sul luogo del lavoro, dopo aver sentito il rumore degli spari. A indagare sull’accaduto sono i carabinieri della compagnia di Abbiategrasso insieme alla Scientifica, nel tentativo di ricostruire l’accaduto mentre si cerca ancora l’arma usata per sparare all’imprenditore.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

 

 

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione