22 Febbraio 2019

Mineo, il sindaco Mistretta sul Cara: “In passato gestione fallimentare “

Il sindaco di Mineo Giuseppe Mistretta a tutto spiano sulla passata “gestione fallimentare” e guarda al futuro della gestione Cara.

Asec Trade S.r.l.

Sul Cara opposizione spaccata

Il sindaco del comune di Mineo esordisce dicendo di comprendere “l’imbarazzo e il tentativo di nascondere come, sull’argomento Cara, l’opposizione sia spaccata esattamente a metà”. Lo è “tanto da presentarsi alla stampa con il nome di un gruppo consiliare inesistente. “Mineo nel cuore” chi?, verrebbe da chiedersi”.

“Questa Amministrazione è a tutela della comunità”

E capisco altresì la difficoltà di chi non accetta che finalmente Mineo abbia un’amministrazione libera dal conflitto d’interesse  -continua Mistrettae che al Viminale si può recare e si reca per tutelare l’intera comunità sui temi dell’occupazione, del sostegno all’economia locale, del potenziamento dei servizi sociali e della sicurezza. Già a breve vi sarà un’iniziativa della Prefettura etnea. Questa coinvolgerà i quindici Comuni calatini, ma abbiamo anche chiesto l’intervento diretto del governo, che ha promesso un suo impegno. Ci attendiamo fatti concreti“.

Ovviamente -riferisce il sindaco del comune Calatino – durante la mia visita di martedì 19 a Roma sono state affrontate pure le tante problematiche amministrative legate appunto al Cara. In questi anni sono ricadute solo ed esclusivamente sul Comune di Mineo, dall’assistenza ai migranti alla questione dei rifiuti, per dire di quelle più sensibili”.

“Non condividiamo iniziative di soggetti ancora sotto giudizio”

Mi fa dunque sorridere che due consiglieri comunali, che hanno sostenuto la precedente amministrazione proprio su questi argomenti in passato gestiti in maniera fallimentare,  anziché farsi un esame di coscienza, oggi vogliano dispensare consigli o, peggio, lanciare sfide. Su una cosa, però, hanno ragione. Certo la mia amministrazione non intende condividere iniziative che vedano protagonisti soggetti ancora sotto giudizio della magistratura per fatti che attengono proprio al Cara di Mineo. Su tale argomento credo di trovare il massimo supporto da parte delle amministrazioni comunali di tutto il Calatino, con le quali vi è piena sinergia, nonché condivisione delle politiche del territorio“.

“Business Cara ha fatto affari sulla pelle dei migranti”

Sul business del Cara – conclude il primo cittadino di Mineo – ho le idee chiare da sempre. Mi permetto di ricordare come il sottoscritto si sia opposto al sistema consolidato che per anni ha fatto affari e politica sulla pelle dei migranti. Altri ne hanno fatto parte e non serve scavare troppo nella memoria per ricordarlo“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione