22 Febbraio 2019

Maestro razzista chiede scusa: “Volevo spiegare ai ragazzi la Shoah”

Continua a far discutere la notizia del maestro razzista che avrebbe denigrato un bambino per il suo colore di pelle. Il bambino sarebbe fatto stare in piedi durante le ore di lezione, dando le spalle ai compagni, e restando fermo davanti la finestra. L’insegnate adesso si giustifica dicendo: “Volevo spiegare ai ragazzi la Shoah“.

Asec Trade S.r.l.

Maestro razzista a Foligno

Quella che abbiamo avuto modo di raccontare ieri è una storia quasi da brivido, soprattutto se pensiamo al tipo di lotta per l’integrazione che ogni persona nel mondo ha fatto quando si è trovato in una nuova nazione. Nel corso degli ultimi mesi, inoltre, sono state diverse le notizie che abbiamo avuto modo di leggere su argomenti come immigrazione, chiusura dei porti, chiusura del Cara di Castelnuovo di Porto ecc, ecc… Ma come può un bambino di colore diventare il protagonista di un esperimento sociale? Come può un bambino essere denigrato da un adulto per far spiegare ai suoi alunni un importantissimo argomento come la Shoahmaestro razzista

Non è ancora ben chiaro cosa sia successo a Foligno, ma quanto successo nel corso della giornata di ieri hanno fatto si che l’insegnante in questione venisse comunque chiamato maestro razzista. (Per approfondire Clicca Qui). maestro razzista

Continua dopo la foto

Allarme Istat un ragazzo su quattro lascia la scuola

“Ma che brutto che è questo bambino nero!”

Il maestro razzista continua a giustificare l’episodio come frutto di un ‘esperimento sociale’ che aveva lo scopo di dover far capire ai suoi alunni cosa fosse la Shoah. A quanto pare però questi non avrebbero gradito l’atteggiamento messo in atto dall’insegnate tanto da raccontare ai genitori cosa fosse successo. Secondo quanto reso noto il presunto maestro razzista, in classe, avrebbe detto: “Ma che brutto che è questo bambino nero! Bambini, non trovate anche voi che sia proprio brutto? Girati, così non ti devo guardare“.

Il docente, che aveva firmato un contratto a tempo determinato di un anno, sarebbe stato attualmente sospeso dall’insegnamento in attesa di accertamenti sul caso. Il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, su Facebook scrive: “Stiamo facendo tutte le verifiche del caso, che è esploso ieri dopo un post pubblicato su Facebook in cui si raccontava la vicenda. Ho informato il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, ritengo molto grave quello che è emerso e preferisco non fare ulteriori dichiarazioni perché non voglio inficiare un’indagine interna che deve essere rigorosa ed efficace“. maestro razzista

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione