06 Febbraio 2019

Cara di Mineo verso la chiusura, 50 migranti in partenza

Domani iniziano i primi trasferimenti dei migranti dal Cara di Mineo, che va verso la chiusura. In 25 ad andranno a Trapani, 15 a Siracusa e 10 a Ragusa.

Asec Trade S.r.l.

A Mineo cominciano i trasferimenti

Dapprima lasceranno la struttura gli uomini adulti e senza figli. Le famiglie con bambini e con situazioni definite maggiormente “vulnerabili” resteranno nel centro. Domani saranno in 50 a lasciare il Cara, seguiti giorno 17 da altri 50. Il calendario dei trasferimenti continuerà con il trasferimento di altrettanti migranti il 27 febbraio. Domani i primi migranti che lasceranno il centro lo faranno scortati dalle forze dell’ordine e accompagnati da mediatori culturali. Il programma trasferimenti che sta per iniziare è propedeutica alla chiusura, entro l’anno, del centro annunciata dal ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Verso la chiusura del centro

Il Cara di Mineo è il secondo ad essere chiuso dopo quello di Castelnuovo di Porto nei pressi di Roma. Attualmente nel centro vi sono 1244 migranti e con le partenze di domani a restare saranno in meno di 1200. Questo comporta che lo Stato potrà rescindere il contratto con i gestori senza dover pagare delle penali. Era infatti 1200 il numero minimo stabilito da un accordo di salvaguardia. Preoccupati in queste settimane sia Emiliano Abramo della Comunità di Sant’Egidio Catania che il sindacato Usb Coop Sociali, entrambi temono che l’applicazione del decreto sicurezza porti a svariati disagi sociali.

Le varie inchieste che hanno riguardato il C.A.R.A. di Mineo

La storia del Cara di Mineo comincia subito male. Sito nell’ ex “Residence degli Aranci“, che dapprima alloggiava le famiglie dei militari americani, entrò rapidamente nelle cronache giudiziarie. Dopo la sua inaugurazione nel 2011 con il Governo Berlusconi, si aprirono tante inchieste. La più importante quella di turbativa d’asta e falso sulla concessione dell’appalto dei servizi, dal 2011 al 2014, in cui è indagato anche l’ex sottosegretario all’Agricoltura Giuseppe Castiglione. Udienza prevista per il 20 marzo. Ultima in ordine di tempo l‘inchiesta sulla mafia nigerianache ha portato agli arresti 19 nell’operazione “NORSEMEN della Nigeria”. Tutti accusati di reati di associazione di tipo mafioso dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Da qui lo spunto del sindaco di Mineo Giuseppe Mistretta, che nel ringraziare il Procuratore di Catania per il lavoro svolto, ha sottolineato come il Cara viene “subito dal 2011″ dalla comunità del suo paese.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook e Twitter o iscriviti al nostro canale Telegram!

Ultimo aggiornamento

Salvo Giuffrida

Salvo Giuffrida

Salvatore Giuffrida (OdG Sicilia N^ 171391). Classe 1970 giornalista (ex chimico). Il mio motto: “Seguire ma mai inseguire”.