27 Gennaio 2019

Nek, Filippo Neviani, si racconta prima di Sanremo 2019

Sembra quasi tutto pronto per il prossimo Festival della canzone italiana, mentre i cantanti sono già arrivati nella città di Sanremo. Nek, alias Filippo Neviani, ha deciso di raccontarsi prima dell’inizio della competizione sanremese.

Asec Trade S.r.l.

Sanremo 2019 Nek: “Mi farò trovare pronto”

Sanremo 2019 ci propone uno scenario che conoscevamo già con il ritorno sul palco della’Ariston di Nek e de Il Volo. Il trio dei tenorini che hanno trionfati al Festival della canzone italiana nel 2015 con il brano Grande Amore, quando Nek ha sfiorato la “vittoria” con la canzone Fatti avanti amore. Il duello dunque si ripropone? In occasione di un’intervista rilasciata al Corriere della Sera ha dichiarato: “Quello del 2015 con Fatti avanti amore. Tornai al Festival dopo un periodo di buio artistico che nasceva da un disco non capito in cui affrontavo la morte di mio padre e la nascita di mia figlia. La mia vita professionale aveva subito uno scossone e dopo 18 anni mi rimettevo in gioco“.

Continua dopo la foto

nek sanremo 2019

La vittoria de Il Volo non ha stupito più di tanto Nek che è riuscito comunque ad ottenere un grandissimo successo nei mesi successivi: “Però la vera vittoria a Sanremo può arrivare dopo. Sia quel pezzo che la cover di Se telefonando divennero successi. C’è Maurizio Costanzo (che scrisse quel testo per Mina, ndr) che quando ci sentiamo mi dice sempre che vorrebbe scrivere il seguito“.

Nek, la canzone: Mi farò trovare pronto

Oggetto dell’intervista che Nek ha rilasciato al Corriere della Sera è stato anche il brano, Mi farò trovare pronto, che l’artista presenterà a Sanremo 2019: “Questa canzone è la conseguenza nei suoni e nei temi di Fatti avanti amore. Da allora credo di aver trovato un giusto bilanciamento sonoro fra rock ed elettronica che adesso mi identifica“. La canzone dell’artista si presenta già come un concentrato di sonorità pop rock, le stesse che hanno sempre contraddistinto la musica di Filippo Neviani: “Spero che la gente dica ‘è un pezzo alla Nek’, vorrebbe dire che 26 anni di percorso sono serviti– conclude Nek-. E anche a livello concettuale c’è un legame: quella era la consapevolezza dell’amore, qui il fatto che è l’energia più forte che un essere umano può provare, è una rivoluzione interiore“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione