25 Gennaio 2019

Anche Di Maio scarica Sea Wacht 3, “Ci pensi l’Olanda!”

Anche il M5S scarica la Sea Wacth 3, il suo leader Di Maio chiede convocazione ambasciatore olandese.

Asec Trade S.r.l.

Sea Wacht vicino Siracusa guardata a vista

È la prima volta che durante l’emergenza migranti i due partiti di maggioranza parlano la stessa lingua e si mostrano in linea, quella dura contro i migranti. La nave Sea Wacht 3, battente bandiera olandese ed affittata da una ong, con equipaggio tedesco, è in acque territoriali italiane. Si è rifugiata per evitare il maltempo davanti le coste siciliane ed ora si trova davanti Santa Panagia a pochi chilometri a nord di Siracusa. A guardarla a vista le navi italiane GDF_V2067 e GDF_G70.

Dall’equipaggio si è fatto un tentativo di accordo per lo sbarco in un porto siciliano ma questa appare complessa. Ieri il ministro dell’Interno Matteo Salvini aveva invitato la nave con 47 migranti a bordo a prendere la strada di Marsiglia.

Dopo Salvini anche Di Maio scarica la Sea Wacht 3

Oggi, chi si aspettava una nuova frizione sull’argomento accoglienza tra Lega e M5S rimane gelato dalle dichiarazioni del leader grillino Luigi Di Maio, che su Facebook scrive: “La nave Ong Sea Watch 3 avrà dal governo italiano supporto medico e sanitario qualora ne avesse necessità, ma la invito ancora a puntare la prua verso Marsiglia. Questa nave, come vedete in foto, batte bandiera olandese e si trova ora a pochi chilometri dalle coste italiane”.

Di Maio: “Ci pensi l’Olanda”

Per questo ritengo opportuno convocare immediatamente l’ambasciatore olandese e chiedergli che intenzioni abbia il suo governo – continua il ministro dello Sviluppo – .Chiederanno, assieme a noi, alla Sea Watch 3 di andare a Marsiglia o li faranno sbarcare a Rotterdam? Noi siamo disposti alla massima collaborazione, ma la nostra linea sulle Ong non cambia”.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

Salvo Giuffrida

Salvo Giuffrida

Salvatore Giuffrida (OdG Sicilia N^ 171391). Classe 1970 giornalista (ex chimico). Il mio motto: “Seguire ma mai inseguire”.