24 Gennaio 2019

La Raggi assegna case popolari ai Rom. Le critiche di Meloni

Con lo scopo di svuotare le baraccopoli, la sindaca di Roma Virginia Raggi assegna delle case popolari ai Rom. Meloni: “Per gli italiani poveri e onesti sarà per la prossima volta. Forse”.

Asec Trade S.r.l.

Roma assegna case popolari ai Rom

Il Comune di Roma ci ritenta a svuotare le baraccopoli dei Rom, da sempre restii sia a tornare in Romania che a lasciare i campi occupati. Questa volta la decisione del capo del Campidoglio farà discutere e non poco. Virginia Raggi ha deciso infatti di assegnare gli alloggi popolari del Comune di Roma ai Rom. Nei fatti già 5 appartamenti sono già in attesa di altrettante famiglie Rom. Altre 20 famiglie di nomadi sono state inserite nelle graduatorie per l’assegnazione delle case popolari.

Meloni: “Da M5S a N5S (Nomadi a 5 stelle)

Il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, sul suo profilo Twitter ha commentato scrivendo: “La Raggi assegna le case popolari ai nomadi. Da M5S a N5S (Nomadi a 5 stelle) il passo è breve: grazie ai grillini ai nomadi casa popolare e reddito di cittadinanza. Un gran bel vivere. Per gli italiani poveri e onesti sarà per la prossima volta. Forse”.

Gli altri tentativi per allontanare i Rom

Altri tentativi per fare svuotare i campi nomadi sono stati fatti in questi anni. Dapprima si è provato col “bonus casa”, da 800 euro al mese per spingere i rom a prendere un appartamento in affitto. Nonostante le garanzie fornite dal Campidoglio non si sono trovati proprietari di immobili disponibili a dare in affitto le case ai Rom. Un altro tentativo fu quello del rimpatrio assistito, per spingere i Rom a tornare in Romania. Il contributo era di 3mila l’anno. Oggi spunta l’ultima carta. La Raggi l’aveva preannunciato dichiarando: “Anche i nomadi, se hanno condizioni economiche svantaggiose, hanno diritto a ottenere una casa popolare, esattamente come le persone non rom. Non si può essere schedati se si è o meno rom“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione