21 Gennaio 2019

Convocata ambasciatrice italiana per frasi Di Maio su colonialismo francese

Il vicepremier Di Maio ha parlato di colonialismo francese in Africa. Parigi: “Frasi ostili senza motivo”. Convocata l’ambasciatrice italiana.

Asec Trade S.r.l.

Parigi: “Da Di Maio frasi ostili”

Teresa Castaldo, ambasciatrice italiana in Francia è stata convocata dal ministero degli Esteri transalpino. Lo sia apprende da Andkrons. Da Parigi, si chiedono infatti spiegazioni del perché il vice premier Luigi Di Maio abbia parlato di neo colonialismo francese in Africa. In particolare a mandare su tutte le furie Parigi sono stati i riferimenti del ministro allo Sviluppo italiano sulla “moneta coloniale”. Ansa, cita fonti diplomatiche francesi, che hanno riferito: “Queste dichiarazioni da parte di un’alta autorità italiana sono ostili e senza motivo visto il partenariato della Francia e l’Italia in seno all’Unione europea. Vanno lette in un contesto di politica interna italiana“.

Moscovici con l'Italia si tratta

Pierre Moscovici, commissario europeo agli Affari Economici

Moscovici: “Negativa questa fase conflittuale. Frasi provocatorie”

Il commissario agli Affari economici Ue Pierre Moscovici ha commentato dicendo: “Alcune dichiarazioni vengono fatte per uso nazionale, somigliano a provocazioni, perché il contenuto è vuoto o irresponsabile, per cui è preferibile evitare di cedere alla provocazione. La qualità delle relazioni tra la Francia e l’Italia è importante. Mi auguro che si possa presto superare questa fase conflittuale che trovo negativa e priva di senso. Le provocazioni di solito squalificano chi le fa“.

Di Maio rilancia: “La Francia impedisce lo sviluppo dei paesi africani”

Il leader del M5S non ci sta e rilancia dicendo: “Non credo sia una caso diplomatico ma è tutto vero. La Francia è uno di quei paesi che stampando una moneta per 14 stati africani (Il franco delle colonie ndr.) gli impedisce lo sviluppo e contribuisce alla partenza dei profughi che poi muoiono nel Mediterraneo e arrivano nelle nostre coste“.

Pd domani chiederà convocazione in Aula di Moavero

Il Pd ha definito “dissennate” le dichiarazioni di Di Maio”. Secondo i democratici queste  “rischiano di aprire una guerra diplomatica con un Paese storicamente alleato e nostro vicino”. Per questo motivo domani alla conferenza dei capigruppo, il Pd chiederà “l’immediata convocazione in aula del ministro degli Esteri Moavero, del tutto scomparso in questa fase.Qualcuno deve far capire a Di Maio che non è più un ragazzo che sta sui tetti di Montecitorio, ma il vicepresidente del Consiglio”. Questo quanto riferiscono in una nota il capogruppo Pd a Palazzo Madama Andrea Marcucci e il capogruppo dem in Commissione Esteri Alessandro Alfieri.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

Salvo Giuffrida

Salvo Giuffrida

Salvatore Giuffrida (OdG Sicilia N^ 171391). Classe 1970 giornalista (ex chimico). Il mio motto: “Seguire ma mai inseguire”.