18 Gennaio 2019

Morte ultrà Varese, arrestato Nino Ciccarelli, capo storico curva Inter

Indicato da Luca De Ros come uno degli organizzatori dell’agguato di via Novara a Milano, dove vi fu la morte del l’ultrà del Varese, è stato arrestato Nino Ciccarelli.

Asec Trade S.r.l.

Manette per Ciccarelli e Martinoliu

Nino Ciccarelli era stato indicato da Luca del Ros, uno dei primi arrestati, come uno degli organizzatori dell’agguato di via Novara, in cui morì l’ultrà del Varese Daniele Belardinelli. Fondatore del gruppo Viking e capo storico della curva interista, Ciccarelli è stato oggi arrestato su disposizione del Gip Guido Salvini. Insieme a lui le porte del carcere si aprono anche per Alessandro Martinoliu, ultrà del Varese, tifoseria gemellata con quella interista. Le accuse sono di rissa aggravata e omicidio volontario. Sono ora 6 gli arrestati per i fatti di via Novara che hanno preceduto il 26 dicembre la partita di calcio tra Inter e Napoli.

I precedenti i Ciccarelli il fondatore dei Viking

L’ultrà dell’Inter Ciccarelli è personaggio noto alle forze dell’ordine. Nel 1984, l’uomo ora 49enne, che fondò il gruppo dei Vinking, è stato già in carcere per 12 anni e ha una daspo di 5 anni ancora in corso. Ciccarelli risultava già tra gli indagati per essere stato indicato da Luca De Ross. Il 31 dicembre aveva ammesso alla Questura di aver partecipato all’agguato, senza fornire però altri particolari.

Su chi causò materialmente la morte di Belardinelli, sono in corso le indagini, da parte della Procura milanese, per identificare i presenti in via Novara. Il nodo da sciogliere è anche quello di individuare chi fosse alla guida della Volvo che ha investito l’uomo.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione