05 Gennaio 2019

Tragedia a Ravenna, ragazzo di 14 anni uccide il padre

Momenti di gioco culminati in tragedia per una famiglia di Ravenna. Un ragazzo di 14 anni ha ucciso il padre, ferendolo con un coltello. Il minore, poco dopo, è stato fermato dai carabinieri e condotto in caserma.

Tragedia a Ravenna, uomo ucciso dal figlio

Non è ancora chiaro il movente alla base della tragedia familiare consumata a Ravenna. Secondo quanto reso noto da SkyTg24, un ragazzo di 14 anni ha ucciso il padre colpendolo con un coltello da cucina. A indagare sull’accaduto sono i militari dell’arma dei carabinieri che, poco dopo l’accaduto, hanno fermato il giovane conducendolo in caserma. Da una prima ricostruzione dei fatti, sembrerebbe che i due stessero giocando quando la situazione è sfuggita al controllo dell’adulto.

Asec Trade S.r.l.

Ragazzo di 14 anni con un disagio personale

Come abbiamo appena spiegato, alla base della tragedia consumatasi a Ravenna potrebbe esserci un raptus che ha colpito il giovane. Il ragazzo di 14 anni potrebbe avere un disagio personale che al momento non è stato ancora confermato. Il drammatico evento si è verificato giovedì gennaio, intorno alle 22:00 di sera. Un probabile momento di gioco trasformato in tragedia. La vittima è un uomo italiano di 55 anni che, dopo la ferita mortali al petto, è stato trasportato all’Ospedale Bufalini di Cesena dove è morto poco dopo.

Omicidio aggravato dal contesto familiare?

A chiamare i soccorsi dopo l’accaduto sono stati gli stessi familiari, nell’articolo di SkyTg24 è possibile leggere: “Sul posto è arrivato il pm di turno della Procura per i minorenni di Bologna. Verrà aperto un fascicolo per omicidio aggravato e si approfondirà il contesto familiare“. Secondo una prima ricostruzione dei fatti il folle gesto messo in atto dal ragazzo di 14 anni sarebbe scaturito da una diverbio con il padre.

Dopo il fermo da parte dei carabinieri, il giovane è stato ricoverato in una struttura specializzata che dovrà approfondire le sue condizioni psichiche.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook e Twitter o iscriviti al nostro canale Telegram!

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione