05 Gennaio 2019

Omicidio a Siena, minorenne confessa: “Voleva stuprarmi”

Omicidio a Siena, minorenne confessa: “Voleva stuprarmi”

Il movente dell’omicidio compiuto a Siena potrebbe essere quello di legittima difesa. Un uomo di sessantatré anni è stato ucciso e il crimine è stato confessato da una ragazza minorenne.

Asec Trade S.r.l.

Omicidio a Siena, ucciso custode di un’azienda

A raccontare il nuovo omicidio a Siena, avvento nel comune di Castelnuovo Scalo, è stata la redazione di TgCom. La vittima è un uomo di sessantatré anni, di origine marocchina. Secondo quanto reso noto l’uomo, che da tempo lavorava come custode in una fornace di laterizi, è stato trovato senza vita nel suo alloggio che gli era stato stato dato in dotazione. Questo, sempre secondo quanto raccontato, è stato colpito con diverse coltellate alla schiena e trovato completamente nudoOmicidio a Siena

Continua dopo la foto

Confessione choc: “Ha provato a stuprarmi”

Nel corso del 2018 sono stati diversi i casi di violenza sessuale verificatesi in Toscana, questa volta l’aggressore però sembrerebbe che non abbia avuto la meglio sulla sua vittima. Durante le ore successive al delitto i militari dell’arma dei carabinieri hanno fermato una ragazza minorenne che abitava nello stesso stabile del custode, insieme ai genitori. La giovane, dopo esser stata messa alle strette dai carabinieri durante l’interrogatorio, ha subito confessato l’omicidio ma non solo. La minore ha raccontato di aver agito per legittima difesa. La vittima, sembrerebbe, che l’abbia attirato nel suo appartamento per abusare sessualmente di lei. Successivamente, questa, presa da un raptus d’ira nel tentativo di difendersi l’avrebbe colpito più volte alle spalle.

Dopo l’interrogatorio la ragazza è stata trasferita in una di prima accoglienza in provincia di Firenze, mentre la procura dei minori ha emesso un decreto di fermo e la giovane ragazza dovrà dunque rispondere dell’accusa di omicidioOmicidio a Siena

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook e Twitter o iscriviti al nostro canale Telegram!

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione