28 Dicembre 2018

Desirée Mariottini era ancora vergine quando venne stuprata

Continuano senza sosta le indagini attorno alla morte di Desirée. Dall’attività investigativa emerge una verità shock: Desirée Mariottini era ancora vergine quando venne stuprata.

Asec Trade S.r.l.

Desirée Mariottini morte

La morte di Desirée Mariottini lo scorso ottobre ha sconvolto gli italiani. Una ragazza poco più che sedicenne trovata senza vita in uno stabile abbandonato del quartiere San Lorenzo di Roma. Un caso di cronaca nera destinato ad essere ricordato anche negli anni successivi per le molteplici verità che nasconde in sé. Desirée Mariottini in costante lotta con i suoi fantasmi, caduta nel tunnel della droga che l’ha portata via con se fino a quel fatidico 19 ottobre.

continua dopo la foto

Terzo Arrestato nel caso desirée

Desirée Mariottini venne trovata morta in uno stabile abbandonato del quartiere San Lorenzo di Roma, noto già alle forze dell’ordine perché abitato abusivamente.

Desirée Mariottini era ancora vergine

Negli ultimi due mesi sono state diverse le notizie pubblicate in merito all’omicidio di Desirée Mariottini. Ricordiamo che la ragazza, secondo quanto reso noto, sarebbe stata attirata da quattro uomini extra comunitari con il pretesto della droga. Successivamente è stata drogata fino a perdere i sensi e stuprata, al momento sembra da definire se la violenza sessuale è stata commessa dagli uomini uno alla volta, o se si tratta di violenza di gruppo.

Continua dopo la foto

funerali di Desirée

Fonte foto notizie.it

L’esame tossicologico ha poi confermato che a uccidere la ragazza quella fatidica notte sarebbe stato un mix di eroina, cocaina, psicofarmaci, cannabinoidi e alcol. Subito dopo i suoi presunti assassini, Mamadou Gara (Che ha riferito agli inquirenti di avere una relazione con la minore ndr.), Chimo Alinno e Brian Minthe hanno raccontato di aver avuto dei rapporti consenzienti con la minore la quale si sarebbe “venduta” in cambio droga. Peccato però che nuovi esami sul corpo della giovane hanno dimostrato come Desirée fosse ancora vergine la notte in cui venne stuprata.

La sedicenne vergine durante lo stupro

La notizia in questione è stata resa nota da Dagospia, che citando il referto autoptico: “Desirée Mariottini – è possibile leggere nel documento- è deceduta a seguito di una crisi cardiocircolatoria. Inoltre, nel corso dell”esame autoptico, si è riscontrata una recentissima rottura imeneale“. Motivo per cui il suo “imene”, o più semplicemente “verginità”, giusto per spiegare meglio il concetto, potrebbe essersi rotto proprio durante lo violenza sessuale di gruppo.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione