24 Dicembre 2018

Spari tra la folla in un luna park di Canzo, due persone ferite

Attimi di panico in un luna park di Canzo, dove un uomo ha iniziato a sparare tra la folla. Per i presenti si è subito temuto il peggio dopo i fatti Strasburgo e Vienna. Ecco cos’è successo.

Asec Trade S.r.l.

Attentati terroristici nel mondo

Nel corso degli ultimi mesi abbiamo dovuto più volte confrontarti con la realtà del terrorismo. Un uomo italiano è stato uccisi in Australia, l’italiano Sisto Malaspina, proprietario di un noto bar, è rimasto vittima dell’attentato di Melbourne (Clicca Qui). L’azione criminale poco dopo è stata rivendicata dall’Isis. Due settimane fa, purtroppo, il tragico attentato nella città di Strasburgo, tredici feriti e cinque vittime ufficiali una di queste è il giovane giornalista italiano Antonio Megalizzi. Pochi giorni dopo, ancora spari tra la folla in Austria, a Vienna, dove un uomo è morto e uno è rimasto gravemente ferito.

La cronaca italiana oggi racconta una notizia: spari tra la folla in un luna park di Canzo. Un azione irruenta che ha fatto temere il peggio ai presenti.

Spari tra la folla in un luna park

I fatti si sono verificati ieri in piazza Caduti Alpini di Canzo. Erano le 16:30 quando una persona ha cominciato a spare dei colpi di arma da fuco tra la folla. Dopo alcuni minuti di panico, la paura per le persone presenti era quella che si potesse trattare di una faida tra i giostrai del luna park, ma così non è stato. Secondo quanto reso noto da Ilgiorno.it a compiere l’azione criminosa è stato il un uomo che voleva vendicare il torto che il figlio avrebbe subito da un suo coetaneo.

Continua dopo la foto

spari tra la folla

Padre giustiziere dimentica la sicura nella pistola

L’uomo, alias padre giustiziere, ha individuato il ragazzo che aveva avuto una colluttazione con il figlio. I due hanno avuto un’animata discussione ma il giovane ha sfidato l’uomo senza nessuna paura. Quando l’adulto gli ha mostrato la pistola la valanga degli insulti è continuata finché questo non ha esploso fuoco ferendo il giovane alla gamba. Il padre giustiziere, soddisfatto del gesto, nel posare la pistola dimentica di mettere la sicura… Ferendosi così ai glutei. Entrambi si trovano ricoverati all’ospedale di Sant’Anna di Como, ma fortunatamente non in pericolo di vita.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione