20 Dicembre 2018

Di Maio padre indagato per “Deposito incontrollato di rifiuti”

Dal sopralluogo dei vigili urbani nelle sue proprietà Di Maio padre risulta indagato per “deposito incontrollato di rifiuti”. Va avanti l’indagine sull’abusivismo edilizio di alcuni manufatti presenti nei terreni di famiglia.

Asec Trade S.r.l.

Antonio Di Maio indagato

La Procura di Nola ha iscritto nel registro degli indagati il padre di Luigi Di Maio, Antonio. L’ipotesi di reato è di “deposito incontrollato di rifiuti”. Questi erano stati trovati durante un sopralluogo dei vigili urbali di Marignianella nelle proprietà di famiglia dei Di Maio. Per lo più si trattava di rifiuti ferrosi e scarti di edilizia. Il provvedimento non fa nessun riferimento sul abusivismo edilizio di alcuni manufatti presenti sui terreni dei Di Maio.

L’avvocato: “ipotesi di reato astratta”

L’avvocato Saverio Campana, che assiste Di Maio senior: “Siamo in presenza di un’ipotesi astratta. Il sequestro è finalizzato solo a consentire all’Arpac di stabilire se quanto rinvenuto rientri o meno nella categoria di rifiuti. Se anche fosse, la semplice rimozione determinerebbe l’estinzione automatica del reato“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione