12 Dicembre 2018

Finto cieco legge giornale al bar, denunciato pensionato di Agrigento

La cronaca di oggi si apre con la notizia di un uomo, originario di Agrigento, finto cieco scoperto mentre legge un giornale in un bar di Torino. Dopo una segnalazione, è scattata la denuncia per il pensionato.

Asec Trade S.r.l.

Finto cieco legge giornale al bar: la denuncia

Un uomo di 60 anni, originario di Agrigento e residente a Pont Canavese, si dilettava a leggere le notizie in un bar a Torino. E fin qui niente di strano, se non fosse che il pensionato in questione si fingeva non vedente. Grazie ad una segnalazione, la Guardia di Finanza di Torino ha svolto le indagini sul caso e ha denunciato il pensionato per truffa aggravata ai danni dell’I.N.P.S.

Facebook traditore

L’uomo utilizzava un classico bastone per ciechi, era accompagnato da un cane guida e si recava giornalmente in un bar dove leggeva il giornale e giocava su Facebook con il suo smartphone.

Si trattava di un finto cieco dato che l’uomo è stato avvistato tranquillamente intento anche a fare la spesa, sfogliare riviste in un’edicola, portare il cane senza guinzaglio al parco e quant’altro. La cosa che più di tutte ha fatto sì che si procedesse alla denuncia e alla scoperta della truffa è stato che il pensionato ha un profilo Facebook attivo in cui pubblica video e foto in cui si vede chiaramente che è tutt’altro che cieco. Uno dei filmati in questione vede l’uomo intento a lavorare assi di legno con un seghetto.

Case vacanze low cost guardia di finanza

Doppia pensione di invalidità per l’uomo

Oltre l’inganno anche la beffa… l’uomo sessantenne percepiva una doppia pensione: una per anzianità e una per invalidità. Per anni è riuscito a vivere indisturbato accumulando ingenti somme di denaro. Si parla di circa 30.000 euro. Ora l’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Torino per truffa aggravata e dovrà restituire la somma percepita senza avere i giusti requisiti. Rischia addirittura fino a due anni di carcere.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione