10 Dicembre 2018

Manovra economica, tensione nel governo e stallo con Ue

Il premier Conte vede i rappresentanti dei sindacati, mercoledì incontrerà Juncker, ma sulla manovra economica e tensione nel governo.

Asec Trade S.r.l.

Vertice Conte Tria

Il premier Giuseppe Conte e il ministro dell’Economia Tria in un vertice parleranno di investimenti da prevedere in manovra, che li vuole rilanciare all’1,5% per il prossimo anno. Sono questi, infatti, i temi della trattativa con la Commissione europea per evitare la procedura d’infrazione. Tra Conte e Tria si parlerà anche su come sbloccare i pagamenti delle Pa e delle aziende.

Ancora nessuna risposta italiana a Bruxelles

Intanto nessuna risposta è stata data dal governo gialloverde alla Commissione europea. A riferirlo è stato lo stesso commissario europeo agli affari economici Pierre Moscovici a margine di un’audizione al Parlamento europeo. Poi ha aggiunto che “bisogna rispettare le regole e se una nuova proposta ci sarà, bisogna tener conto di questo – ha aggiunto – i nostri interlocutori lo sanno siamo in costante contatto“.

Moscovici: “Non possiamo andare contro al Patto di stabilità”

Lo stesso commissario europeo per gli affari economici ha anche commentato che “bisogna lavorare per trovare il modo di consentire al governo italiano di perseguire le sue priorità politiche ma nel quadro della zona euro, tenendo conto dei margini di manovra che esistono e delle deviazioni che possono essere autorizzate, ma non più di questo”. “Possiamo certamente giocare su tutte le flessibilità, e ce ne sono molte nel Patto di stabilità e crescita – ha aggiunto – ma non possiamo andargli contro“.

Dombrovski: “Rispettare le regole”

In audizione al Parlamento Ue a Strasburgo, il vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovski ha detto: “Siamo in costante dialogo con le autorità italiane e contiamo sul governo perché faccia il necessario per rispettare le regole, ma il dialogo deve essere significativo e portare a cambiamenti considerevoli. E il tempo è molto limitato“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione