08 Dicembre 2018

Manifestazione No Tav a Torino: al M5S “Portare a casa quanto promesso”

È cominciata alle 14.30 la manifestazione dei No Tav a Torino. Controlli discreti. Contestato il vicesindaco. La folla al M5S “Capiamo che non siete soli al governo, ma fate ciò che avete promesso“. Presenti anche dei vigili del fuoco dell’Usb Torino e dei gilet gialli provenienti dalla Francia.

Asec Trade S.r.l.

Grande partecipazione al corteo No Tav

Si erano dati appuntamento a partire dalle 14.00 di oggi in piazza Statuto i manifestanti No Tav. Alle 14.30, in circa 15mila hanno cominciato a filare in corteo su Corso San Martino. In via Cernaia qualcuno dei manifestanti afferma che i No Tav erano 70mila. La guerra dei numeri. Ma questa passa in secondo piano per moltissimi dei manifestanti. Il corteo ha avuto in effetti un’ampia adesione.

No Tav: “Non accettiamo nessun tunnel”

Dal palco della manifestazione No Tav l’appello dei manifestanti: “Chiediamo che tutto questo abbia fine, lo chiediamo con forza al M5S perché l’avevano scritto nel loro programma. Ci rendiamo conto che non sono soli al governo ma gli chiediamo di resistere e portare a casa quello che hanno promesso. Non accettiamo nessun tunnel“.

Contestato il vicesindaco Montanari

Dei controlli discreti sono stati effettuati da parte delle forze dell’ordine alle stazioni di Porta Nuova e Porta Susa, per chi è arrivato in treno, e ai caselli di Trofarello e Rondissone. Il vicesindaco di Torino Guido Montanari, in tricolore, è stato contestato ferocemente da una decina di anarchici, che hanno accusato il M5S di svendere le battaglie dei No Tav. Il gruppo è poi stato fermato dal servizio d’ordine e si è allontanato.

Presenti anche Usb e gilet gialli francesi

Anche i vigili del fuoco hanno dato il loro contributo di solidarietà alla protesta. “Siamo qui in divisa, come vigili del fuoco, contro la distruzione del territorio e per la salvaguardia e la cura dell’ambiente, contro la militarizzazione delle valli. Soldi buttati al vento, per tutelare interessi di pochi imprenditori e delle mafie locali”. Queste le parole di Giovanni Maccarino e Riccardo Zaccaria del coordinamento Usb Torino dei vigili del fuoco. Anche dei gilet gialli, provenienti dalla Francia hanno partecipato alla manifestazione odierna. Principalmente si tratta di amministratori della regione transalpina di Maurienne.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione