02 Dicembre 2018

Manovra economica, mancano i soldi e non risparmiano sul taglio pensioni d’oro

La manovra economica non piace all’Europa, che va al dialogo con il governo italiano, che deve abbassare il deficit, il valore richiesto è 2% non risparmiano sulle pensioni d’oro.

Asec Trade S.r.l.

Abbassare il deficit dello 0,4%

Dove ricavare questo 0,4% di differenziale tra il previsto dalla manovra gialloverde (2,4%) e quello richiesto dall’Europa? (0,4%). Conte sarà alle prese con vertici per cercare di mediare. L’istat intanto venerdì ha divulgato la notizia che il terzo trimestre del 2018 ha visto il pil con un -0,1% (prima volta dopo il 2014 ndr). Il tempo scorre, tra indecisioni, proclami e ripensamenti. Intanto il 19 dicembre si fa sempre più vicino, e quel giorno l’Ue deciderà sulla procedura per deficit eccessivo dell’Italia.

Niente tagli sulle pensioni d’oro e tagli sull’Imu capannoni

In un paese, senza soldi, che è chiamata a risparmiare ad eliminare gli sprechi, ancora è sotto scacco delle caste. Infatti sono stati presentati un pacchetto di emendamenti (dal governo, che vuole cambiare se stesso ndr.). In totale sono 54. Gran parte di questi sono passati al Senato. Ma ecco la casta, che preme ed il governo (sembra) cedere. Indovinate cosa viene rinviato a data da destinarsi? Il taglio delle pensioni d’oro. Roba da prima repubblica, quella che il Movimento Cinque Stelle ha sempre dichiarato di combattere. Della serie non toccate i ricchi. Il nuovo corso della prima repubblica, ha anche una seconda puntata, tutto sempre dentro questa serie di emendamenti: il raddoppio del taglio dell’Imu, dal 20%al 40% sull’Imu dei capannoni. Niente anche su ‘quota 100’ e reddito che saranno in provvedimenti separati. Non servivano soldi per abbassare il deficit?

4mila assunzioni nei centri per l’impiego. Saranno 12 mila in Germania non bastano 110mila

Però più fondi ci saranno, udite udite, per assumere 4mila nei centri impiego. Dati alla mano con una paga media di 1.400 euro mensili per lavoratore, sarebbero, compresi di contributi versati e tredicesima, ad una somma pari a 142milioni e 700mila euro su base annua. E questa somma sarebbe del tutto insufficiente per adeguare i centri dell’impiego italiani a quelli europei. Gli attuali 8mila diventerebbero 12mila. Sarebbero lo stesso insufficienti visto che in Germania sono 110mila, per dare lavoro al 20% dei richiedenti agli uffici (clicca qui per approfondire).

I ponte Morandi lo pagheranno i liguri con le accise benzina

Ettore Rosato del Pd ha espresso le sue critiche e su Twitter ha denunciato: “L’emergenza Genova sarà a carico dei cittadini liguri. Il Governo, dopo aver fatto un decreto che metteva poco o niente per il PonteMorandi, ora prevede aumento accise benzina (quelle che Salvini voleva abolire in campagna elettorale…): +0,05 euro/litro in Liguria“. , a proposito di un emendamento dei relatori alla manovra. L’incremento – si legge nel testo – è previsto per il solo 2019“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione