30 Novembre 2018

Fame emotiva: cosa è e come superare il fastidioso problema

Vi capita mai di alzarvi di notte con un impulso a voler mangiare senza freni? È la fame emotiva e in questo articolo vi spiegheremo cosa è e come si combatte.

Asec Trade S.r.l.

Fame emotiva: cosa è ?

A tutti sarà capitato di dover fare i conti con una fame improvvisa e inarrestabile. Finché questa si riesce a placare in modo naturale, non c’è problema. Se, invece, si verifica in modo ricorrente e non si può fare a meno di resistere a mangiare, potrebbe trattarsi di fame emotiva. Scientificamente parlando, si tratta di un vero e proprio “disturbo da alimentazione incontrollata”, in inglese “Binge Eating Disorder” ed è più comune di quanto si possa pensare e bisogna intervenire per risolvere il problema. La fame emozionale si associa a comportamenti che spingono il soggetto a consumare cibo a ripetizione, che a volte serve come consolazione per lo stress quotidiano o come modo per rilassarsi.

Le origini della fame emotiva

Varie possono essere le cause che portano al disturbo relativo alla fame emotiva. Se si ha voglia di zucchero, potrebbe trattarsi di uno scompenso biochimico e in questo caso è compito del medico intervenire per riequilibrare la situazione. Se, invece, si tratta di problemi intestinali, potrebbe trattarsi di un’infezione o di uno stato infiammatorio che va curato.

Nella maggioranza dei casi, però, sono semplicemente delle cattive abitudini alimentari e basta semplicemente avere la volontà di correggere gli atteggiamenti sbagliati. Ad esempio, seguire una dieta particolarmente ricca di zuccheri, a volte spinge l’organismo a chiederne sempre di più. L’assunzione di dolci, infatti, è correlata ad una produzione maggiore di insulina per ricreare l’equilibrio glicemico: la glicemia scenderà più in fretta richiedendo un nuovo bisogno di cibo. In questo caso, basta ridurre il consumo di cibi dolci per risolvere il problema. Da attenzionare è il fatto che molti alimenti contengono zuccheri nascosti e anche questi potrebbero essere causa di fame emotiva.

Da evitare assolutamente sono caramelle, insaccati, patatine e salse grasse che contribuiscono a creare un senso di fame continuo.

fame

Fonte Foto: aforismario.it

Quali sono le cause della fame emotiva?

Quando non si tratta di una vera e propria patologia, la fame emotiva è legata a fattori psicologici. Se l’attacco di fame dipende da ansia, ad esempio per un esame o per un evento importante, il consiglio è quello di rilassarsi quanto più possibile prima di quel momento e distrarsi quanto più possibile. Se la voglia di mangiare non è legata a una ragione specifica, bisogna semplicemente andare a fondo e cercare di capire quali sono i motivi veri alla base. Può trattarsi di collera, disagio, tristezza… e quant’altro.

Come superare il problema della fame emotiva

Bisogna migliorare la qualità della propria vita e respingere quanto più possibile lo stimolo che ci induce a ingurgitare quanto più cibo possibile. In che modo? Un buona terapia può essere pensare ad altro, deviare l’attenzione dal frigorifero verso qualcos’altro in grado di affollare la mente con pensieri differenti: un libro, un film… Anche l’esercizio fisico può aiutare a risolvere il problema: le endorfine che si liberano ci danno una sensazione di benessere e tolgono la fame. Correlato può essere il discorso relativo ad una bassa autostima: a volte si cerca il cibo come consolazione o come premio. Se capitano situazioni del genere, bisogna prendere in mano la propria vita e non lasciarsi andare al consumo incondizionato di cibo.

Un approccio differente è quello suggerito dalla psicologia e consiste nel “confondere le idee” allo stimolo di mangiare. Come è possibile realizzare questo effetto? Per esempio, facendo assaggiare un sapore diverso rispetto a quello desiderato, o utilizzando l’immaginazione. Un caso pratico: mangiare una fetta di limone, anziché una caramella. Un secondo trucco, invece, può essere immaginare che la ciambella così buona che vorremmo mangiare in realtà sia di bassa qualità… e dovrebbe passare la voglia di morderla!

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione