29 Novembre 2018

Voragine a Roma parte 2, adesso arriva la comunicazione dell’Ispra

La Capitale sta per diventare una sorta di colapasta? Nel corso delle ultime ore è stata ufficializzata la notizia relativa alla nuova voragine a Roma. La storia si ripete. Dopo quanto successo su via Pontina ecco la comunicazione dell’Ispra.

Asec Trade S.r.l.

Continuano le ricerche di Valter Donà

La città di Roma, poco per volta, sta crollando sotto i piedi dei suoi abitanti? Difficile da capire cosa stia succedendo in questi giorni in cui il maltempo in Italia sta facendo da padrone. (Per approfondire Clicca Qui). Ad ogni modo, dopo quanto è successo su via Pontina non si ha ancora alcuna notizia circa il disperso Valter Donà. L’uomo è stato inghiottito dalla furia dell’acqua dopo aver messo in salvo l’amico che viaggiava con lui; dopodiché dell’uomo non ci sono più notizie.

Continua dopo la foto

I soccorritori hanno trovato alcuni effetti personali di Valter Donà, compresi i vestiti, ma dell’uomo non vi è nessuna traccia. Il timore dei soccorritori, secondo quanto reso noto anche dalla stampa nazionale, è che Donà sia stato trascinato in mare. (Per approfondire Clicca Qui).

Dati Ispra, ancora una voragine a Roma

Cosa sta succedendo alle strade di Roma? La Capitale, come abbiamo appena accennato, sta crollando. Secondo quanto reso noto anche da Larepubblica.it, sono già 136 i crolli che si sono verificati nella città e dintorni, solo nel 2018. Nell’articolo è possibile leggere: “I dati, aggiornati a ottobre 2018, mostrano un notevole aumento dei fenomeni nella Capitale. Già al 31 marzo del 2018 il numero dei sinkholes nel territorio capitolino era più che raddoppiato passando da 21 sprofondamenti del.2017 ai 43 nello stesso mese dell’anno successivo“.

Continua dopo la foto

Voragine sulla via pontina

Roma continua a sprofondare, sottolinea l’Ispra ricordando che negli ultimi 8 anni il numero medio degli eventi romani è cresciuto in maniera esponenziale:.si è passati da una media di 16 voragini l’anno (dal 1998 al 2008) a più di 90. E il 2018 ha già decisamente battuto il record del 2013 (quando di voragini se ne erano verificate 104), dopo un 2017 quando si era aperta una voragine ogni 3-4 giorni“- continua Larepubblica.it.

Qual è la causa delle voragini a Roma?

Secondo un primo esame del territorio, sembrerebbe che la causa delle voragini a Roma possa essere dettata dalla presenza di numerose cavità sotterranee. Nel sito Larepubblica.it è possibile apprendere anche come “oggi a Roma il rischio alluvioni ed esondazioni interessa 1135 ettari, per un totale di 250mila cittadini:.la più elevata esposizione d’Europa. I motivi? Un sistema fognario non proprio efficiente, la mancata manutenzione dei tombini e la scomparsa, per sversamenti di rifiuti e vegetazione spontanea, di circa 700 km di indispensabili vie d’acqua tributarie del Tevere e dell’Aniene tra canali, fossi e sistemi di scolo“. voragine a Roma

E poi il Tevere che conta 120 ettari di golene su 1150 cementificate da manufatti anche abusivi, 9 km di rive in stato di degrado, 2,7 km di banchine con smottamenti e 59 installazioni con pochi ormeggi adeguati. E 22 relitti di barche affondati e abbandonati nelle sue acque” conclude l’articolo. voragine a Roma

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

 

 

 

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione