23 Novembre 2018

Il Black Friday della Salute e Giustizia, oggi in sciopero avvocati e medici

Il Black Friday della Salute e Giustizia, oggi in sciopero avvocati e medici

Black Friday non solo per i negozi, che sperano di fare affari con gli sconti, ma anche per lo sciopero di avvocati e medici, facendo saltare interventi, visite e udienze.

Lo sciopero dei medici

In Italia, infatti migliaia di chirurgici programmati negli ospedali sono a forte rischio. I medici e i veterinari incrociano le braccia per 24 ore. I motivi che hanno indotto allo sciopero sono i fondi per la Sanità pubblica, ritenuti insufficienti che stanno mandando il servizio pubblico “al collasso”, come riferito di sindacati. Gli stessi, precisano, che la protesta è anche a favore dei cittadini stessi, per garantire a tutti un’assistenza adeguata.

Grillo: “Fondi in manovra”

Il ministro della Salute Giulia Grillo ha affermato che “nella legge di bilancio ci sono le risorse per onorare gli impegni presi rispetto ai rinnovi contrattuali 2019-21. Contestualmente è previsto l’aumento del fabbisogno sanitario nazionale standard (2019-21). Gli impegni previsti per il rinnovo della dirigenza da prime valutazioni si aggirano intorno ai 450 mln l’anno. Ci sono – ha concluso il ministro – le premesse per rientrare nell’aumento programmato del Fondo sanità che vale 4,5mld in 3 anni“. Ad aderire allo sciopero le principali sigle sindacali, che hanno organizzato manifestazioni in tutta Italia.

Lo sciopero degli avvocati

Sul fronte avvocati uno dei motivi dello sciopero è l’emendamento che porterà allo stop prescrizione dopo il giudizio di primo grado. Secondo loro porterà a tempi processuali lunghi. Evidentemente gli avvocati italiani, tengono più a fare prescrivere i reati e portare statistiche nel loro carnet di successi che avere giustizia vera. Come detto da Mario Giarrusso, da noi intervistato qualche settimana fa, si tende a difendersi dal processo e non nel processo (clicca qui per approfondire). Un altro problema, evidenziato dagli avvocati palermitani è la carenza di personale nelle cancellerie e la mancanza di giudici. Questa però dovrebbe essere risolta dalla manovra finanziaria, in cui sono stati predisposti dei fondi per implementare la pianta organica del apparato Giustizia.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione