20 Novembre 2018

Renzi barattò i migranti in cambio della flessibilità sui conti

Le prime voci su Renzi che barattò gli aiuti sui migranti in cambio di una flessibilità sui conti pubblici da parte dell’Eu arrivarono da Emma Bonino. Un anno fa in un intervista al Fatto Quotidiano, riferì che: “Renzi ha barattato i soccorsi in cambio della flessibilità dei conti”. Renzi ha sempre negato l’esistenza di questo accordo.

Asec Trade S.r.l.

A riferire dell’accoro fu la Bonino

Nei mesi scorsi l’ex premier Matteo Renzi attaccò sia Luigi Di Maio che Danilo Toninelli. A suo dire mentivano riportando l’esistenza di un accordo tra l’allora governo italiano e l’Ue, sui soccorsi ai migranti. Da quanto riportato su Il Giornale, Matteo Renzi, aveva scritto su Facebook: “Due ministri del governo italiano, Luigi Di Maio e Danilo Toninelli, continuano a mentire anche oggi a proposito di flessibilità europea e immigrazione. Quei due o sono bugiardi o sono ignoranti, nel senso che ignorano i fatti“. Renzi, specificò che l’accordo esisteva, ma riguardava l’elezione a presidente del Parlamento europeo di  Jean Claude Junker. Non c’ entra nulla con le politiche migratorie. Nulla. Era un accordo politico di risposta all’ austerità del Fiscal compact“, riferì Renzi.

Ora le conferme della Fedeli

Ora arrivano le conferme di quello che disse un anno fa Emma Bonino. Le dichiarazioni sono di un membro del Pd. Si tratta dell’ex ministro dell’Istruzione  e della Ricerca Valeria Fedeli. Ospite su Tagadà su La7, comincia a parlare di questo accordo. Le sue frasi sono state riportate sul giornale La Verità. “Giustamente abbiamo negoziato la flessibilità – riferisce Fedeli – ma perché facevamo un’operazione sugli immigrati. Giusto o sbagliato, noi abbiamo negoziato lì, con un elemento di negoziazione della flessibilità. Ed è una delle cose che diciamo attualmente al governo: negoziate alcuni elementi“.

Sull’accordo, quindi arriva un’altra conferma. Aumentano a 2 quindi le dichiarazioni, e coincidono fra loro, sull’accordo fantasma di Renzi. Cosa dirà a sua discolpa l’ex segretario del Pd?.

 

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione