02 Novembre 2018

I 10 paesi del Nord Europa avvertono: chi investe in bond ita stia attento

Con i mercati che cominciano a salire via via che la manovra economica si va delineando nei dettagli, non si fidano i 10 Paesi del Nord Europa avvertono che chi investe in titoli di stato italiani potrebbe perdere i soldi.

Asec Trade S.r.l.

Polemica celata all’Italia parlando del Fondo Salva Stati

È di certo una doccia fredda la valutazione che i 10 Paesi del Nord Europa fanno sul debito italiano. Giusto ora che i mercati finanziari si erano tranquillizzati e Piazza Affari vede il segno verde sui propri listini e con i Bond italiani non più sotto pressione come nei giorni scorsi.

Riformare l’eurozona con una stretta sul fondo Salva Stati ed una maggiore responsabilità dei singoli stati sulle perdite. E’ quanto hanno messo nero su bianco in un ‘paper’ i ministri delle Finanze di 10 Paesi nordici europei (Danimarca, Estonia, Finlandia, Irlanda, Lituania, Lettonia, Svezia, Olanda, Slovacchia e Repubblica Ceca) della ‘neo-lega anseatica’. Secondo il quotidiano olandese De Volkskrant si tratterebbe di un “forte avvertimento all’Italia: gli investitori in titoli di stato italiani potrebbero perdere i loro soldi”.

Chiedono di avere pieno accesso sui bilanci

I 10 Paesi della ‘neo-lega anseatica’ sono convinti che il “fondo SalvaStati debba essere adeguatamente attrezzato. Inoltre chiedono di avere per questo “pieno accesso” alle informazioni dei bilanci pubblici degli stati. Tali Paesi, chiedono politiche fiscali prudenti e sostengono “il ruolo rafforzato dell’Esm, come istituzione intergovernativa responsabile dei suoi azionisti. Il suo ruolo principale dovrebbe rimanere il finanziatore di ultima istanza per gli Stati”.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione