31 Ottobre 2018

Desirée Mariottini, il presunto fidanzato: “Quando ho fatto sesso con lei”

Poco per volta la stampa nazionale inizia a rendere noti alcuni dettagli degli interrogatori fatti ai quattro fermati per l’omicidio di Desirée. Oggi sono state pubblicate alcune dichiarazioni che sono state fatte dal presunto fidanzato Mamodou Gara.

Asec Trade S.r.l.

Desirée Mariottini funerali

Nel corso della giornata di ieri si sono tenuti i funerali di Desirée Mariottini, drammaticamente scomparsa la scorsa settimana. La sedicenne di Cisterna di Latina è stata trovata morta in uno stabile del quartiere San Lorenzo di Roma. Questo però non è il dettaglio peggiore. Dopo i Desirée Mariottini funerali nella chiesa di San Valentino (Clicca Qui) del suo paese d’origine, la stampa continua a raccontare quelle che sarebbero state e ultime ore della vittima. Qualche giorno fa uno dei suoi presunti aguzzini, Mamadou Gara, ha raccontato agli inquirenti di non aver violentato Desirée per il semplice motivo che i due avrebbero avuto una relazione.

“Quando ho fatto sesso con lei…”

Com’è morta Desirée Mariottini? Il quadro delle ultime ore vissute da Desirée Mariottini inizia a prendere forma. L’orrore vissuto dalla ragazza di sedici anni, trovata morta nello stabile abbandonato nel quartiere San Lorenzo, è chiuso nelle dichiarazioni dei quattro fermati. In questi giorni, inoltre, gli inquirenti sono in attesa dell’esito dell’autopsia che chiariranno se effettivamente vi sono altri DNA presenti nel corpo della giovane. I DNA in questione potrebbero appartenere a coloro che hanno partecipato allo stupro, non a caso gli inquirenti stanno cercando altri due uomini.

Desirée trovata morta a Roma

Fonte Foto: lastampa.it

Mamadou Gara però continua a sostenere la sua tesi e, secondo quanto riportato da Libero.it, avrebbe dichiarato: “Quando ho avuto il rapporto sessuale con la ragazza, lei era tranquilla, non mi sembrava drogata o ubriaca. Anzi, era d’accordo ad avere un rapporto sessuale con me. Non so se altri hanno avuto rapporti prima o dopo di me e non so se qualcuno può averle ceduto della sostanza stupefacente”. (Clicca Qui).

Il papà di Desirée: “Gli hanno teso una trappola”

Dopo i funerali di Desirée Mariottini a parlare è di nuovo il papà della giovane vittima. (Per approfondire Clicca Qui). Desirée, secondo quanto reso noto, è stata uccisa, o comunque lasciata morire, dopo esser stata drogata e violentata per ore. Gianluca Zuncheddu, come pubblicato da Libero.it, ha dichiarato: “Fino ad oggi non ho mai parlato perché ho un dolore che non ce la faccio nemmeno a parlare. Ma sono convinto che il branco di africani abbia teso una trappola a mia figlia“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione