15 Ottobre 2018

Crollo ponte Morandi: Castellucci “inaccettabile che ci diano la colpa”

Crollo ponte Morandi: Castellucci “inaccettabile che ci diano la colpa”

Spuntano i verbali dell’audizione dell’amministratore delegato di Autostrade per l’Italia Giovanni Castellucci sul crollo ponte Morandi. Non è tardata ad arrivare la durissima replica della Società concessionaria.

Asec Trade S.r.l.

Le parole di Castellucci in commissione il 13 settembre

Tanti non so, tante incertezze quelle venute fuori dai verbali dell’audizione alla commissione Trasporti di Castellucci, amministratore delegato di Autostrade per l’Italia. In particolare il 13 settembre emerge che ha detto: “non so perchè sia crollato il ponte Morandi, ma è inaccettabile che ci diano la colpa“. Alla domanda specifica sulla sicurezza dei viadotti in gestione di Autostrade, Castellucci ha risposto che sono sicuri. Da qui una nuova domanda della commissione. “Come fa ad essere sicuro dell’integrità dei ponti? non è possibile che siano monitorati con il medesimo sistema posto in essere sul Morandi che è crollato”. A questa Castellucci ha detto: “Non so. Dovrò informarmi con i miei tecnici. Vi fornirò una risposta per iscritto“. (Noi la attendiamo ndr.).

Giampedroni incredulo: “Non mi fanno un bell’effetto queste parole”

L’assessore alla Protezione civile della Regione Liguria Giacomo Giampedroni, ha commentato ciò che emerso dai verbali dell’udienza in commissione trasporti di Castellucci. “Non mi fa un bell’effetto sapere delle sue dichiarazioni – ha detto Giampedroni – .Auspico che la Giustizia possa fare il suo percorso. Credo che questo lo chieda Genova in modo molto forte. Che si Capisca cosa è accaduto e sapere se vi è stato qualcuno che doveva vigilare e non lo ha fatto. Quindi che oltre alla costruzione del ponte, si arrivi a una verità giudiziaria su qualcosa che tutti riteniamo non doveva accadere“.

 

 

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione