25 Settembre 2018

Incendio monte Serra: centinaia di sfollati. Forse è doloso

Incendio monte Serra. Intorno alle 22.00 della serata di ieri si è sviluppato un incendio nel territorio di Calci, in provincia di Pisa. Il fuoco è alimentato da vento che supera i 20 chilometri orari. Si indaga sull’origine del fenomeno.

L’incendio, gli sfollati e le scuole chiuse

Il sindaco di Calci, Massimiliano Ghimenti ha dato, via Facebook, agli abitanti l’ordine di lasciare le case a scopo preventivo. Le frazioni maggiormente colpite sono quelle di Montemagno, Torre e San Lorenzo. Un centinaio gli sfollati, che si sono raccolti nella palestra comunale. Impegnati da ore Vigili del fuoco e protezione civile, alle prese anche con un forte vento che rende difficile l’intervento. Fino a questo momento non si registrano ne morti ne feriti. Si cerca di capire l’origine dell’incendio, che potrebbe essere doloso. Le fiamme si stanno avvicinando al centro abitato di Vicopisano. Il sindaco del comune del pisano, Juri Taglioli, ha chiuso in via precauzionale le scuole. Così come fatto dal sindaco di Calci. A Cascina invece è stata chiusa solo una scuola confinante con le zone interessate dall’incendio. La strada provinciale 2 Vicarese è stata chiusa al traffico, soprattutto per permettere il passaggio dei mezzi di soccorso.

Asec Trade S.r.l.

Forti venti contro le operazioni di soccorso

Secondo le previsioni meteo, il vento proseguirà a imperversare sulla zona per tutta la giornata. Si tratta di un vento di tramontana che sta complicando le operazioni di spegnimento. È possibile un’attenuazione tra le 12 e le 17. Dal pomeriggio di domani una graduale attenuazione del fenomeno. Sono stati attivati tre punti di accoglienza alla palestra della parrocchia di Calci, al circolo ricreativo di Campo e alla palestra di Vicopisano. Al lavoro ci sono 80 vigili del fuoco, e, inviate dalla Protezione civile regionale, stanno operando 180 squadre antincendio, 50 uomini del volontariato e operai forestali, coordinate dal Comune di Vicopisano. Due Canadair sono già operativi, mentre 4 elicotteri antincendio della Regione non possono decollare al momento a causa del troppo vento. Dall’aeroporto di Napoli Capodichino atteso un elicottero S64 in dotazione alla Forestale.

 

 

 

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione